Monte San Biagio, 55enne morto nell’auto per cause naturali ma si ipotizza un’omissione di soccorso

litiga con gli operai

Indagini in corso sulla morte di Pasquale P., 55enne residente a Monte San Biagio, rinvenuto cadavere questa mattina all’interno della sua auto, una Fiat Punto, in sosta nel parcheggio del locale campo sportivo. In base ai primi accertamenti medico-legali l’uomo, ex bracciante agricolo attualmente in pensione, sarebbe stato stroncato da un malore. Una morte naturale che di per sé non dovrebbe comportare investigazioni ma che in questo caso si rendono invece necessarie. Il suo corpo è stato rinvenuto sul sedile, lato passeggero, con gli abiti sbottonati, allentati. I carabinieri della Compagnia di Terracina, diretta dal capitano Francesco Vivona, ipotizzano che il 55enne al momento del malore non fosse solo e che chi eventualmente era con lui si sarebbe allontanato senza prestargli soccorso. Per questa ragione si stanno esaminando le immagini delle telecamere della zona.

Pasquale P. ieri era uscito di casa salutando la moglie e dicendole che sarebbe rientrato poco più tardi. Ma con il trascorrere delle ore ciò non è avvenuto, suscitando forti preoccupazioni anche a causa delle condizioni di salute dell’uomo, cardiopatico e diabetico. La notizia del presunto allontanamento/scomparsa è stato tempestivamente segnalato ai carabinieri, mentre i famigliari della coppia si sono messi alla ricerca del congiunto per tutto il paese. L’auto, nel parcheggio del campo sportivo, è stata notata da una cognata di Pasquale P. che ha allertato i carabinieri.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti