Ospedale di Terracina, incontro tra Asl e comitato: in arrivo ortopedici

L'ospedale di Terracina

Le criticità dell’ospedale di Terracina al centro di un incontro tra il direttore sanitario della Asl, Giuseppe Visconte e una delegazione del comitato in difesa del nosocomio, con la presenza anche di Claudio Moscardelli.

Nelle riunione del 4 novembre scorso, sono stati affrontati, in modo particolare, i problemi relativi alla carenza degli anestesisti, degli ortopedici, di alcuni altri servizi, tra cui la carenza dei medici di cardiologia, oltre ai lavori di completamento dell’Osservazione breve intensiva al pronto soccorso e la sistemazione dell’impianto di climatizzazione in camera operatoria.

E’ così stato possibile capire come la Asl, per gli anestesisti, ha indetto un avviso pubblico per reperire liberi professionisti per sopperire alle carenza degli stessi di Terracina. Successivamente, sempre per gli anestesisti, sarà espletato un concorso pubblico per provvedere all’assunzione, dei posti vacanti, per Terracina, Fondi e Formia.

Per gli ortopedici è già stato bandito un altro concorso per Terracina, Formia e Latina, la graduatoria è stata completate e si è solo in attesa dell’assunzione.

Per l’Osservazione breve intensiva (Obi), si è in attesa del collaudo di una parte dei locali ristrutturati e l’arredamento. Poi l’attuale pronto soccorso sarà trasferito nei nuovi locali realizzati dell’Obi, per eseguire nel più breve tempo, la ristrutturazione totale del pronto soccorso.

I rappresentanti del comitato, hanno espresso soddisfazione degli impegni e restano in attesa del mantenimento, considerando che si è discusso dell’assistenza  nell’area di centro della provincia di Latina che, dopo la chiusura degli ospedale dei Monti Lepini di Sezze e Priverno, è diventata le seconda per numero di abitanti della provincia di Latina, con circa 130mila abitanti che fanno tutti riferimento all’ospedale di Terracina.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti