Pasticci e capricci! Una decorazione autunnale tutta riciclosa

    Per la rubrica “Pasticci e capricci!” oggi la storia di un vecchio annaffiatoio che ambiva a divenire vaso.

    C’era una volta un triste annaffiatoio : da tempo giaceva abbandonato in un angolo . Era bucato e perdeva acqua. A cosa può servire mai un annaffiatoio in tali condizioni ?picsart_10-08-06-17-44

    Buono solo come covo di ragni ! Ecco questo pensava ormai rassegnato il poverino!

    Ma ecco che Aurora e Martina , un bel sabato d’autunno , di ritorno da una passeggiata al parco , con sacchetti pieni di pigne , ghiande e ramoscelli hanno una bellissima idea: trasformarlo in una decorazione autunnale per la casa della loro zia preferita che , per mia fortuna sono proprio io .20161008_121521

    Ed ecco il risultato del loro lavoro picsart_10-08-06-02-30

    Io lo trovo stupendo! Ha i colori caldi e rassicuranti dell’autunno ma già ci porta un con il pensiero al Natale per via di quelle “palline” brillanti che sorridono allegre sui ramoscelli .picsart_10-08-06-15-15

    Ecco come hanno realizzato il loro piccolo capolavoro .

    Dopo aver chiesto gentilmente ai ragni di trovarsi una nuova abitazione , hanno spolverato con un panno morbido il malconcio annaffiatoio.

    Quindi lo hanno riempito con dell’ovatta con lo scopo di tener fermi i ramoscelli al suo interno ma anche di simulare una bella nevicata . Resa ancora più realistica con una bella spruzzata di neve artificiale su tutto l’insieme.picsart_10-08-06-19-11

    Quindi hanno preso delle piccole pigne decorative che conservavo nelle mie “scatole dei lavoretti” e le hanno incollate sui ramoscelli con la colla a caldo.

    Questo lavoro lo hanno fatto sotto la mia supervisione perché la colla a caldo si sa è un tantino “scottante” e se non si sta attenti ci si può anche far male.

    In realtà , proprio per ovviare a tale problema , avevamo pensato di utilizzare il vinavil o dell’attaccatutto ma senza successo : tempi di asciugatura troppo lunghi per il primo e pericolo tossicità per il secondo.

    Nel frattempo la piccola di casa ha “dipinto” tutti i dischetti di legno con la colla brillantinosa color oro .picsart_10-08-06-12-56

    I dischetti sono stati poi incollati sui ramoscelli come tante palline .

    Tre pigne sono state legate ai rami con un filo trasparente elastico che usiamo per fare le collane .

    Devo dire che quest’ultima è stata proprio una bella idea perché  le pigne sembrano letteralmente sospese nel vuoto e ogni tanto oscillano lievemente con un movimento molto delicato che mi piace tanto tanto.picsart_10-08-06-07-22 picsart_10-08-06-10-53

    Infine , con l’unico rotolino di carta igienica che avevamo conservato abbiamo realizzato un “fiorellino” o una stella così come avevamo visto fare qui ….  decorandolo con i brillantini dorati giù utilizzati per i dischetti di legno .Al centro abbiamo messo il “cappellino” di una ghianda.picsart_10-08-06-04-42

    Ecco qui , ora il vecchio annaffiatoio è diventato un bellissimo vaso ! E se ne sta tutto orgoglioso nel mio soggiorno , guardandomi impettito e di nuovo felice!

    Ci vuole davvero poco per riempire un pomeriggio d’autunno e ridare dignità a piccole cose che ci regala la natura o ad oggetti che possono ancora essere utili .

    Voi cosa pensate di questo progettino ricicloso ?

    Un buon inizio di settimana a tutti voi

    A presto

    Clelia

    seguitemi anche sul mio blog