Potenziamento forze dell’ordine, Adinolfi: la Lega rispetta gli impegni

“Dalle parole ai fatti: la Lega rispetta gli impegni presi con gli italiani“. Matteo Adinolfi che alle ultime elezione europee ha incassato quasi 33mila preferenze vuole evidenziare che, quanto annunciato prima dell’apertura della campagna elettorale a proposito di sicurezza, si è concretizzato ieri con il potenziamento delle forze dell’ordine.
“Era marzo quando durante la conferenza stampa che mi vide al tavolo degli interventi insieme al nostro coordinatore regionale e vice capogruppo alla Camera, Francesco Zicchieri, al segretario della Commissione Parlamentare Antimafia Gianni Tonelli e al Cordinatore comunale Federica Censi, annunciammo che era sul tavolo del ministro dell’Interno Matteo Salvini il piano di potenziamento delle forze dell’ordine sul territorio nazionale che avrebbe avuto un occhio di riguardo per la nostra provincia”.
“Ebbene – continua l’esponente politico – oggi quel piano è diventato realtà, tanto che il Viminale ha annunciato che entro il 2023 entreranno in servizio 8793 donne e uomini in divisa. Di questi al Lazio spetteranno 509 nuove unità di cui 86 tra uomini e donne che prenderanno servizio a Latina e provincia. Un contingente interforze sarà operativo già dal prossimo primo luglio con 51 nuove unità a Latina e provincia, mentre entro aprile 2020 saranno in servizio altri 35 nuovi assunti della Polizia di Stato”.
Adinolfi, che attende di sapere dalla Corte d’Appello se potrà volare subito a Bruxelles, ne approfitta per ringraziare i rappresentati della Lega in parlamento e al Governo, l’onorevole Zicchieri e il sottosegretario Durigon, condividendo in pieno quanto dichiarato dal leader e vice premier Matteo Salvini “che si è detto felice di annunciare l’arrivo di nuove forze dell’ordine nel Lazio”. “Avevamo promesso assunzioni e particolare attenzione al territorio. Stiamo mantenendo la parola, dopo anni di tagli che – ha spiegato il ministro dell’Interno – hanno penalizzato le donne e uomini in divisa a discapito della sicurezza”.
“Io mi permetto di aggiungere- afferma Adinolfi -, come già fatto in occasione del 205º annuale della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri, che ancora una volta, come comunità, non possiamo che sentirci vicini a questi uomini e donne in divisa che con il loro impegno quotidiano, il loro coraggio e la loro abnegazione garantiscono, ogni giorno, la sicurezza delle nostre città, dei nostri quartieri e delle nostre case”.
Adinolfi ne approfitta, infine, per stigmatizzare ancora, “come già fatto lo scorso marzo dai parlamentari Zicchieri e Tonelli, il fatto che il Comune di Latina, guidato dal sindaco Coletta si è caratterizzato ancora una volta per non aver partecipato al bando che metteva a disposizione dei comuni circa 100 milioni di euro per la sorveglianza: telecamere e teaser per la polizia municipale per garantire maggiormente sicurezza e controllo del territorio”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti