Priverno, torna il Premio Camilla. Musica e arte per la cerimonia

Torna a Priverno il Premio Camilla. Conto alla rovescia per conoscere i volti delle sei donne che quest’anno saranno gratificate con il monile d’argento quale riconoscimento per meriti nei diversi ambiti dell’arte e della cultura, del volontariato e dello sport, della comunicazione e del giornalismo, dell’istruzione e della formazione, delle imprese e delle professioni, della politica e istituzioni.

La cerimonia di conferimento del premio 2019 avrà luogo, sabato 28 settembre,  presso l’Auditorium dell’Ex Infermeria dei Conversi nel Borgo di Fossanova.

Alle 16 e 30, l’imponente auditorium spalancherà i battenti alla cittadinanza per
assistere all’evento di presentazione del Premio Camilla Città di Priverno 2019.
Un pomeriggio dove l’estro mette in mostra già la sua essenza fin dal foyer attraverso l’esposizione artistica dell’eclettica pittrice dal respiro Internazionale, Anna Colaiacovo che attraverso i suoi quadri accompagnerà lo spettatore in un percorso catartico dall’immagine all’io interiore conducendolo ad accomodarsi.

Testimonial d’eccezione, madrina del Premio Camilla di questa prima edizione, la celebre, brillante percussionista, cantante, autrice, Valentina Ferraiuolo che porterà in scena l’importante progetto contro la violenza di genere, un concerto in trio dal nome del nuovo album “tamburo rosso”. Tocchi carichi di pathos, tra respiri e battiti del cuore, “su una pelle quella del tamburo, l’unica che si può percuotere”.

A cavallo delle premiazioni, i vorticosi suoni di fisarmonica e chitarra a cura di Davide Zazzi Rossi e Davide Bianchini apriranno il sipario a letture che sfiorano la rappresentazione teatrale grazie all’interpretazione enfatica di Marina Martini.

La valorizzare delle donne, da parte dell’amministrazione, passa attraverso un rimando storico affascinante, quello di Camilla, la regina Volsca le cui doti di coraggio, impegno e amore per i valori della sua terra possono essere oggi per tutti l’esempio cui guardare.

Il Premio è destinato alle donne residenti nella Regione Lazio, atto a celebrare le donne proprio quali modelli esemplari soprattutto per le nuove generazioni ma anche un’occasione per far conoscere Priverno e la sua lunga e importante storia, ulteriore leva di promozione e sviluppo turistico per la città e il territorio.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti