Sermoneta, Giovannoli si (ri)candida sindaco. Priorità ai servizi di qualità per riallacciate il rapporto con i cittadini

Giuseppina Giovannoli
Giuseppina Giovannoli, due volte sindaco di Sermoneta prima della “parentesi” Damiano, scende di nuovo in campo puntando alla poltrona da primo cittadino. Alle elezioni comunali del prossimo 26 maggio sarà uno dei candidati sindaci di Sermoneta… per ripartire.
Giovannoli fotografa un paese abitato da cittadini virtuosi che però in cambio non ricevono i servizi che meritano. Insomma, una pagella con brutti voti per l’amministrazione uscente dalla quale ha preso le distanze.
L’ex sindaco annuncia la sua candidatura ufficiale all’appuntamento di maggio con una lettera aperta indirizzata agli elettori sermonetani.
 “’Ripartiamo’ – afferma – sarà lo slogan che ci accompagnerà in questa campagna elettorale. Amministrare richiede impegno, presenza, esperienza, ascolto e dedizione: ho a cuore il futuro della nostra città e mi fa male vedere che quanto è stato costruito con fatica durante il mio mandato da sindaco è andato deteriorandosi. Non possiamo permettere che Sermoneta continui questo lento declino, questo territorio ha grandi potenzialità che aspettano solo di essere riscoperte e incentivate. Dobbiamo ripartire e ricostruire quel senso di appartenenza al nostro territorio, recuperare il dialogo tra cittadini e amministrazione che negli ultimi anni è mancato: il Comune deve tornare a essere un punto di riferimento, una opportunità e non un ostacolo. Amministrare vuol dire fare gli interessi della comunità, dare a tutti le stesse opportunità, essere presente in ogni situazione in prima persona. C’è bisogno di una classe politica presente, che non si limiti a dare ordini ai dipendenti comunali ma che lavori alla pari per conseguire i risultati”.
Nella sua lettera aperta Giovannoli afferma di voler ripartire con una squadra di persone che hanno voglia di mettersi in gioco e di impegnarsi per il paese, professionisti e grandi lavoratori che vogliono dare il loro contributo al territorio in cui vivono, che non hanno scheletri nell’armadio e che soprattutto saranno presenti.
“Ripartiamo dai servizi da erogare – una delle priorità segnalate dall’ex sindaco -: i cittadini di Sermoneta sono tra i più diligenti della provincia con un’evasione bassissima, ma in cambio stanno ricevendo meno servizi di quelli che meritano. Non è giusto. Da cittadina di Sermoneta voglio attenzioni alle piccole cose che rendono vivibile un territorio: strade degne di questo nome – e non asfaltate a un mese dalle elezioni, che suona come una presa in giro – parchi curati, sicurezza, opportunità. Non servono opere faraoniche, ma mantenere, implementare e migliorare quello che già abbiamo. Ripartiamo con gli alti standard dei servizi per mense, trasporti e sociale, col restare vicino a chi ha bisogno, alle famiglie in difficoltà, ai disabili che meritano un territorio senza barriere architettoniche, agli anziani, alle associazioni e a quanti si prodigano volontariamente per il bene pubblico e per mantenere le nostre tradizioni”.
Con Giovannoli di nuovo sindaco si preannuncia una collaborazione con l’istituzione scolastica per creare le condizioni ideali di crescita degli studenti. Giovannoli scende di nuovo in campo per offrire opportunità e sostegno alle attività produttive, all’agricoltura, al tessuto industriale, con un impegno primario per quelle in crisi, come Corden Pharma. “Noi siamo pronti a far ripartire Sermoneta”, afferma.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti