Sezze, in campagna una discarica di cani morti. Una speranza per Vita

Il cane trovato morto tra i rifiuti e l'altro ancora in vita

Un cane chiuso in un sacchetto della spazzatura e gettato in una discarica abusiva delle campagne di Sezze. Morto. Nello stesso luogo, oltre a rifiuti di ogni tipo maleodoranti, ossa di animali, e una cagnolina nera viva che alla vista di Lia scodinzolava all’impazzata.

Era lì, la stava aspettando. Aspettava qualcuno che le potesse dare una ciotola d’acqua e una carezza, quella negata da chi l’ha portava all’inferno senza voltarsi indietro. Lia l’ha chiamata Vita e affidata ad un amico che la potrà tenerla solo pochi giorni. Cerca una casa Vita. E’ di taglia media. Il caso è seguito dall’associazione “Amici del cane” di Latina. Su Facebook l’appello per l’adozione. Chiunque fosse interessato può contattare Lia al seguente recapito telefonico: 3491383010.

Per Vita c’è la speranza di trovare una famiglia, per il suo compagno morto quella di essere rimosso dalla discarica. I volontari “Amici del cane” hanno segnalato la presenza della carcassa al sindaco di Sezze Sergio Di Raimo e alla Polizia Locale.

Il luogo del rinvenimento si trova in un terreno sperduto tra via Migliara 46 e strada Carta Moneta. Si spera che insieme al recupero della carcassa sia dia corso alla bonifica dell’area. Ci sono materassi, rifiuti edili, scheletri animali, cartoni, guaine, plastiche, accanto a terreni agricoli. Chi è che va in quel posto sperduto e getta di tutto, anche cani vivi, lasciati morire e morti? Nessuno sa nulla, nessuno vede niente.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti