Spazzamento strade, servizio “fai da te” in pieno centro a Latina. Raccolta rifiuti, una scommessa quotidiana

In via Verdi cittadini al lavoro per pulire i maciapiedi

Come spesso accade, in situazioni di emergenza sono i cittadini a rimboccarsi le maniche. Capita, ad esempio, quando il maltempo eccezionale porta con sé non necessariamente disastri o tragedie ma banalmente un’abbondante e imprevista neve che devi spalare da solo davanti alla porta se vuoi uscire da casa in fretta, magari per andare al lavoro o portare i bambini a scuola. Capita, ad esempio, quando la bombetta d’acqua ti sta allagando il garage e vuoi correre ai ripari prima che la tua vecchia collezione di Diabolik o di Tex Willer si trasformi in una irrecuperabile poltiglia. In questo caso sei anche disposto a correre in strada, sotto la pioggia battente, a rimuovere le foglie che bloccano lo scolo delle acque prima che si auto-convoglino nel tuo seminterrato. Dunque, in caso di emergenza diventa istintivo attivarsi.

E’ accaduto anche questa mattina in via Verdi, in pieno centro urbano a Latina, a due passi dall’ospedale. Alcuni cittadini si sono armati di scope ed hanno ramazzato i marciapiedi, rimuovendo interi sacchi di foglie e “cartuscelle”. Le foto che pubblichiamo ci sono state inviate in redazione e ritraggono i protagonisti di questa piccola-grande impresa. Le foglie accumulate lungo la strada alberata non sono cadute per colpa di un’improvvisa folata di vento. No, stanno lì da settimane, forse da alcuni mesi, insieme alla spazzatura che caduta dai cassonetti resta in circolazione senza che nessuno provveda a rimuoverla.

L’emergenza questa volta, quella che ha fatto rimboccare le maniche ai cittadini, in una bella domenica di settembre, è scattata a seguito di un servizio “saltato” a ripetizione nel complesso e delicato ambito dell’igiene urbana. Un disservizio ripetuto, diventato emergenza, lamentano in via Verdi “obbligati a fare le pulizie per il degrado che da mesi interessa la zona”.

“Quando la Latina Ambiente funzionava – ricordano nella zona dell’ospedale – lo spazzamento sia manuale che meccanizzato veniva effettuato con frequenza settimanale, poi la frequenza è andata via via scemando fino all’avvento di Abc per cui il servizio è diventato un miraggio”.

Un miraggio che si alterna al miracolo a cui sperano gli operatori dell’azienda speciale ogni volta che si mettono in macchina per il servizio di raccolta rifiuti. Il giro dello svuotamento dei cassonetti è per lo più affidato agli autocompattatori della fallita Latina Ambiente, vecchi di vent’anni e malconci. Ieri in via dei Volsci un mezzo della nettezza urbana ha perso olio dall’impianto idraulico. Per ripulire il manto stradale è stato necessario chiudere il tratto di strada tra via Petrarca e via Monti. Il ritiro dei rifiuti sembra affidato quindi alla tenuta del mezzo. Una scommessa quotidiana.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti