Terremoto a Roma all’alba: tanta paura anche nei comuni vicini

    Terremoto alle porte di Roma. Un boato fortissimo e una scossa di magnitudo 3.3, come rilevato dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, ha svegliato questa mattina alle 5 tantissime persone.

    L’epicentro è stato a Fonte Nuova, dove in molti sono scesi in strada dopo aver sentito muovere il pavimento sotto i piedi. Sembra fortunatamente che non ci siano stati danni.

    Sono tanti i comuni che hanno avvertito il sisma nel raggio di 20 km dall’epicentro.

    Sono appunto Fonte Nuova e poi Mentana, Monterotondo, Roma, Guidonia Montecelio, Sant’Angelo Romano, Riano, Ciampino, Tivoli, Castelnuovo di Porto, Sacrofano, Palombara Sabina, Frascati, Formello e Capena. La scossa è stata avvertita anche nell’area nord della provincia di Latina, come ad Aprilia.

    La testimonianza di una persona di Latina che vive da tempo nella Capitale. “Abbiamo sentito un forte boato, il pavimento ha tremato, ma immediatamente è scoppiato un forte acquazzone e ci siamo convinti fosse un tuono. Ci siamo comunque affacciati e abbiamo visto molte persone alle finestre”.