Un morto e due feriti gravi a Terracina in conseguenza del maltempo. I sindaci pontini ordinano la chiusura delle scuole

Un morto e due feriti gravi a Terracina in conseguenza del maltempo. La città è in ginocchio, alberi abbattuti e danni a non finire a causa di una tromba d’aria che ha spazzato in largo e in lungo la città ed in particolare la zona del centro e del lido. La persona deceduta si trovava in auto, una Smart, con il suo datore di lavoro quando la vettura è stata schiacciata da un albero. Il tragico evento si è verificato intorno alle 16.30 lungo Viale della Vittoria dove sono caduti diversi alberi danneggiando le automobili in transito e parcheggiate ai margini della carreggiata. Non è andata meglio in zona ex autolinee davanti alle Poste. La città è in ginocchio. Il sindaco Nicola Procaccini ha emesso un’ordinanza di chiusura delle scuole per la giornata di domani.

“La Sala Operativa di Protezione civile del Lazio, a seguito della tromba d’aria che si abbattuta nel tardo pomeriggio di oggi su Terracina  – si legge in una nota della Regione Lazio – ha mosso in direzione della cittadina laziale circa dieci squadre attrezzate di volontariato per liberare le strade e dare assistenza alla popolazione. La Sala Operativa ha contattato l’Amministrazione comunale dando indicazioni sulle attività da porre in essere. In particolare è stato chiesto di sapere se c’è popolazione o strutture da evacuare e di effettuare verifiche sulle alberature rimaste in piedi per valutarne la stabilità. Le attività proseguiranno anche la notte fin quando non saranno ripristinate le condizioni minime di sicurezza. L’Agenzia regionale di Protezione civile ha predisposto la fornitura di pasti ai propri volontari proprio per dare soluzione di continuità alle attività. Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il direttore dell’Agenzia Carmelo Tulumello sono in costante contatto telefonico con i prefetti di Latina e Frosinone”.

Nicola Procaccini

“Ascoltate bene. Presso gli uffici comunali dell’ex tribunale in via Appia/via dei volsci è stato allestito il centro operativo comunale per la gestione dell’emergenza. I numeri di telefono sono 0773 707812 e 0773 707813”, così in un post pubblicato su Facebook, intorno alle 19, dal sindaco Procaccini: “La corrente elettrica verrà ripristinata nel più breve tempo possibile, ma ci vorrà tempo. Alcune raccomandazioni principali. Non uscite di casa, né in macchina e né a piedi, soprattutto per fare i turisti, perché rischiate che vi cadano addosso le macerie pericolanti. Se non potete dormire all’interno delle abitazioni poiché danneggiate, vi troviamo noi un posto dove dormire. Basta chiamare i numeri qui sopra. Se abitate nei pressi delle zone colpite potete lasciare l’auto nel piazzale Stella Polare, che verrà presidiato dalla polizia municipale. Naturalmente potete chiamare anche il numero dei vigili del fuoco, ma solo se la situazione è di estrema gravità, poiché sono già strenuamente impegnati ad aiutarci. Infine scusatemi se non posso rispondere alle vostre esigenze via Facebook, ma in questo momento devo coordinare le operazioni. A più tardi per aggiornamenti. Forza gente mia, forza Terracina”.

Alla situazione drammatica di Terracina si aggiunge quella difficile che in queste ore si registra in quasi tutta la provincia di Latina. L’Appia e La Pontina sono bloccate in diversi punti sempre a seguito della caduta di grossi alberi. Sulla consolare un’auto-cisterna che trasportava gpl è stata miracolosamente sfiorata dalla caduta di un pino. A Latina black out nelle zone periferiche. A Borgo Santa Maria e in via Nascosa gli alberi abbattuti hanno provocato notevoli danni alle linee elettriche. Numerosi i feriti.

Alle 18 la sala operativa del comando provinciale dei vigili del fuoco contava 100 richieste di soccorso e centralini intasati. Oltre a Terracina le scuole resteranno chiuse, nella giornata di domani, a Latina, Cori, Pontinia, Sabaudia e San Felice Circeo.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti