Il tris è servito, ora il Latina fa sognare davvero!

331

Il tris è servito per un Latina sempre più lanciato. Dopo Novara e Trapani, anche la Pro Vercelli ha fatto i conti con la ritrovata praticità di una squadra che lotta su ogni pallone e che finalmente gioca per 90 minuti più recupero, come mai accaduto nel girone di andata. A decidere è stato Acosty, sempre più trascinatore e simbolo della squadra (guai a privarsene nel rush finale di mercato!), ma ad incidere col suo ingresso trionfale è stato l’acclamatissimo Boakye, protagonista assoluto nei 30 secondi più belli dell’intera stagione.

 

PRIMO TEMPO, REGNA IL TATTICISMO

Con uno splendido Milani rilanciato tra i titolari per via dei malanni di Bruscagin e Baldanzeddu, Somma ha lasciato in panca Mariga e il quasi partente Ammari, confermando in avanti il terzetto Dumitru – Acosty – Corvia. Il primo sussulto si è registrato al 12’, quando Scaglia ha lasciato partire un traversone dalla sinistra: Acosty si è avventato sul pallone ma se lo è ritrovato tra i piedi senza poterlo controllare e spedendolo fuori ad un passo dalla  porta. Nell’azione successiva i piemontesi hanno costruito la loro più importante palla gol, nata da un tiro sbagliato di Marchi dal limite divenuto un assist per Mustacchio: a tu per tu col portiere, l’ex vicentino ha indirizzato incredibilmente al lato il suo diagonale ad incrociare. Poi ha prevalso il tatticismo, con un equilibrio quasi irritante e i rossi ospiti abili a chiudere tutti gli spazi.

 

L’INGRESSO TRIONFALE DI BOAKYE

Al 5’ della ripresa finalmente un acuto, quando Scaglia non ha inquadrato per un soffio la porta con un sinistro dal limite. Al 13’ ci ha riprovato Marchi, raccogliendo una respinta corta della difesa pontina e impegnando in tuffo Ujkani con un tiro angolato. Due minuti dopo la svolta del match, al momento dell’ingresso in campo dell’acclamato Boakye: il ghanese ha incornato su un angolo di Scaglia, Pigliacelli è riuscito a deviare sulla traversa. Sul conseguente corner lo stesso Boakye ha raccolto una carambola in mischia indirizzando verso Acosty, abile a scaricare in rete e ancora una volta capace di fare esplodere la gioia del Francioni. A quel punto Foscarini è corso ai ripari lanciando Malonga e Beretta, il Latina si è però barricato nelle retrovie affidandosi a Figliomeni al posto di un malandato Esposito e negando qualsiasi varco agli avversari. Così la squadra di Somma è riuscita a condurre in porto il terzo successo consecutivo, rendendo la classifica sempre più positiva e rendendo sempre meno lontano il traguardo salvezza. .

 

 

LATINA-PRO VERCELLI 1-0

 

Latina: Ujkani, Milani, Dellafiore, Esposito (22’ st Figliomeni), Calderoni, Schiattarella, Olivera, Scaglia (35’ st Mbaye), Acosty, Dumitru (14’ st Boakye), Corvia. A disp.: Di Gennaro, Celli, Mariga, Ammari, Baldanzeddu, Paponi. All.: Somma

 

Pro Vercelli: Pigliacelli, Legati, Bani, Coly, Mammarella, Scavone, Rossi, Castiglia (26’ st Beretta), Mustacchio (40’ st Sprocati), Marchi, Di Roberto (26’ st Malongà). A disp.: Melgrati, Berra, Germano, Redolfi, Emmanuello, Filippini. All.: Foscarini

 

Arbitro: Pezzuto di Lecce. Assistenti: Mondin di Treviso e Borzomì di Torino. Quarto uomo: Valiante di Nocera Inferiore

 

Marcatori: 16’ st Acosty

 

Ammoniti: Scaglia, Bani, Scavone

 

Spettatori paganti: 754 per un incasso di 11091 euro. Abbonati: 1926 per un incasso quota rateo abbonati di 19998 euro

LE VOSTRE OPINIONI

commenti