Terracina, l’idea del Pd per non disperdere i documenti storici del Tribunale

70

Recuperare i documenti storici del Tribunale di Terracina per arricchire il museo in corso di allestimento presso il Palazzo della Bonificazione. La proposta arriva dal circolo locale del Partito democratico e consiste nel rivolgere al Presidente del Tribunale di Latina, attraverso un protocollo d’intesa condiviso e sottoscritto dal dirigente del dipartimento dell’ente municipale che si sta occupando della nuova sede del museo civico, l’invito a concentrare e raccogliere nell’archivio storico del Comune, nel quale saranno accolti e catalogati tutti i documenti della storia cittadina degli ultimi tre secoli, il materiale cartaceo di altrettanto pregio e valore storico fatto di ordinanze, sentenze ed altro a partire dalla nascita del Regno d’Italia, oggi depositato presso la sede di via dei Volsci per evitare che lo stesso vada disperso in qualche meandro sconosciuto ed anonimo della sede provinciale.

Ivano Giuliani
Ivano Giuliani

“Si tratta in realtà di pochi faldoni – spiega Ivano Giuliani, coordinatore del circolo Pd Terracina -, facili quindi da allocare e sistematizzare nell’archivio in via di allestimento presso il museo della città, ma dall’alto valore e contenuto storico-documentale in grado di arricchire ancor di più la porzione del museo destinata ad ospitare l’archivio storico stesso. Una proposta semplice ma al contempo in grado di arricchire e valorizzare ulteriormente il patrimonio materiale ed immateriale di Terracina ‘Città d’Arte’”.

Giuliani coglie l’occasione per affermare che “la presenza e permanenza dell’Ufficio del Giudice di Pace a Terracina, presso l’edificio già sede del Tribunale, è garanzia già oggi alla luce dell’ampliamento delle competenze previste per lo stesso dal ddl Orlando, in discussione in Parlamento, e per ciò che attiene le competenze attuali del giudice ordinario, del recupero di parte delle attività e funzioni in passato svolte e ricoperte da quest’ultimo”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti