Omicidio di Fondi, i polmoni di Zuena perforati dalle coltellate

183
L'abitazione di via Madonna delle Grazie a Fondi

Oltre sei ore per eseguire l’autopsia, disposta dal pm Cristina Pigozzo, sul corpo di Vincenzo Zuena, il 79enne ucciso a coltellate il 14 marzo scorso nella sua abitazione di Fondi. L’esame è stato svolto dal medico legale Maria Cristina Setacci assistita da un tecnico di sala settoria dell’università di Tor Vergata, alla presenza della Scientifica. Numerose le ferite da arma bianca al torace anteriore e posteriore, alcune delle quali hanno interessato organi vitali tra cui i polmoni. L’uomo in base all’accertamento eseguito sarebbe morto per choc emorragico e traumatico. Il tipo di coltello utilizzato e la lunghezza della lama sono oggetto di ulteriore esame. Domani, 18 marzo, sarà data sepoltura all’anziano. I funerali avranno luogo a Sperlonga nella chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo, mentre le indagini della Polizia proseguono a ritmo serrato e nel massimo riserbo per assicurare alla giustizia chi ha ucciso il 79enne.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti