Circeo, nuova vita per il Ballarin. Il campo sportivo si trasforma in centro polifunzionale

464

Tempi rapidi per il nuovo Ballarin. Il campo sportivo di Mezzomonte diventerà presto un centro sportivo comunale polifunzionale. La giunta del sindaco di San Felice Circeo, l’attuale presidente di Federbasket Gianni Petrucci, con atto dell’8 aprile 2016 ha approvato il primo stralcio del progetto esecutivo di completamento e valorizzazione del campo di calcio.

Il progetto è stato redatto dalla Coni Servizi, ovvero dagli stessi tecnici che hanno progettato lo Stadio Olimpico di Torino. Un dettaglio che regala all’opera anche un pizzico di fascino da calare nella storia e nel mito del calcio italiano, considerando che l’impianto del Circeo porta il nome del grande terzino granata Aldo Ballarin, che trovò la morte nella tragedia di Superga del 1949 insieme ai compagni di squadra del mitico Torino, e che chi ha progettato lo stadio proprio del capoluogo piemontese è lo stesso che oggi ha disegnato il restyling del campo sportivo di Mezzomonte. San Felice Circeo e Torino, quindi, idealmente legate in nome del grande calcio.

L’opera, che avrà un costo di 635.000 euro, verrà finanziata impiegando i proventi che derivano dalla sistemazione delle terre di uso civico, risorse che possono essere impiegate solo per la realizzazione di opere o l’acquisto di immobili che vadano ad arricchire il patrimonio comunale.

I lavori consistono nella ristrutturazione del campo da calcio esistente (per il quale, comunque, Coni Servizi ha ottenuto nel frattempo la omologazione fino alla serie D), nella realizzazione di un nuovo  campo da calcio di dimensioni inferiori per l’allenamento ma anche nel rifacimento interno ed esterno degli spogliatoi, nella realizzazione della copertura della tribuna e di servizi igienici per il pubblico, nel rifacimento delle recinzioni interne senza barriere che separano tra il pubblico e il campo da gioco, nella realizzazione di uno spazio polivalente coperto per discipline indoor (pallavolo, pallacanestro, pallamano, etc) e per la realizzazione di parcheggi. “E’ inoltre allo studio – fanno sapere dal Comune – la possibilità di un project financing per la realizzazione di una piscina con vasca olimpionica corta”.

La Giunta di Petrucci ringrazia l’assessore ai Lavori pubblici Luciano Magnanti e l’ingegnere comunale Domenico Matacchioni per l’impegno profuso nella impostazione di un’opera sempre inserita nei vari programmi elettorali ma mai presa realmente in considerazione.

stadio

LE VOSTRE OPINIONI

commenti