L’incubo Lega Pro prende forma per un Latina battuto e contestato

195
Il contatto Keita-Paponi: tutti lo hanno visto, tranne l'arbitro

Cinque interventi decisivi del portiere avversario, due dei quali a dir poco miracolosi. Un colossale fallo da rigore incredibilmente ignorato dall’arbitro nell’ultima azione di gioco, allo scadere del recupero. Cori, contestazione e insulti dalla curva e dagli spalti dopo circa 70 minuti di timide e approssimative giocate, senza quella rabbia che evidentemente questo Latina non possiede nel suo dna. Sono gli ingredienti della giornata perfetta per dire addio alle speranze salvezza. Sono i motivi che hanno portato all’ennesima sconfitta, questa volta con la rivelazione Entella. Che oltre alla rabbia di cui sopra ha messo in campo tanta accortezza tattica per difendere con i denti il “golletto”  realizzato sull’ennesimo svarione difensivo e per rimediare all’ingenuo rosso guadagnato dal funambolico Cutolo. Bisognava vincere a tutti i costi e invece si è perso. Ora la strada verso la salvezza è terribilmente in salita. Ora per restare in B devi vincere due delle quattro partite rimanenti.

PRIMO TEMPO: PAPERA UJKANI, MEDIANA IN TILT

Dopo un avvio al piccolo trotto da parte di entrambe le squadre, gli ospiti passano al 17’ grazie ad un corner del vivacissimo Cutolo che trae in inganno Ujkani: il portiere sbaglia l’uscita, l’indisturbato Troiano ne approfitta e insacca di testa. Otto minuti dopo, però, lo stesso Cutolo sferra una manata in faccia a Schiattarella e si fa espellere. A quel punto l’Entella si chiude nella sua meta campo mentre il Latina inizia una sterile pressione con poche idee e zero grinta. Sulla manovra pesa soprattutto la staticità di Mariga, particolarmente propenso ai retropassaggi, e l’irruenza senza qualità di Mbaye, sostituito prima dell’intervallo. Al 35’ c’è comunque un’occasionissima sotto porta per Corvia, imbeccato da Calderoni, ma la zampata dell’attaccante non inquadra lo specchio.

SECONDO TEMPO: LO SHOW DI IACOBUCCI E…DELL’ARBITRO

Nella ripresa il Latina continua a non mordere più di tanto ma costruisce comunque una serie di occasioni, tutte sventate dall’ispiratissimo ex di turno Alessandro Iacobucci: all’8’ in tuffo su Schiattarella, al 10’ d’istinto su una girata di Corvia, al 22’ su un fendente ravvicinato di Scaglia e al 37 su una botta di Calderoni dalla distanza. L’apice il portiere pescarese lo raggiunge al 39’, quando devia con la punta delle dita una bordata a colpo sicuro di Paponi, abile a liberarsi al tiro all’altezza del dischetto. Tre minuti dopo l’estremo ex Parma è anche graziato da Boakye, riuscito a spedire alle stelle un delizioso assist di Ammari. Al 49’, infine, l’apoteosi, il giusto coronamento di una giornata da dimenticare: Paponi salta un uomo in area e ruba il tempo al secondo che però in takle lo falcia in maniera evidentissima.

LA SEQUENZA DEI RIGORI NEGATI

Il difensore in questione è Keita e non a caso mister Aglietti nel dopo gara confessa che “se fosse stato assegnato il penalty il ragazzo sarebbe tornato a casa a piedi!”. Fatto sta che il Latina viene nuovamente penalizzato dai fischietti, come era accaduto di recente con il Brescia, a Salerno, con il Lanciano e a Livorno. L’ennesima svista ha scatenato le ire dei nerazzurri portando alle espulsioni di Esposito e Mariga: la beffa nella beffa insomma, tanto per rendere ancor più proibitivo il prossimo impegno, contro lo Spezia grandi firme.

LATINA-VIRTUS ENTELLA 0-1

 

Latina: Ujkani, Bruscagin (24’ st Boakye), Dellafiore, Esposito, Calderoni, Schiattarella, Mariga, Mbaye (44’ Bandinelli), Scaglia, Corvia (32’ st Paponi), Ammari. A disp.: Leone, Olivera, Shahinas, Brosco, Dumitru, Baldanzeddu. All.: Gautieri

 

Virtus Entella: Iacobucci, Iacoponi, Benedetti, Pellizzer, Keita, Troiano, Staiti (33’ st Sini), Palermo (39’ st Volpe), Sestu (28’ st Masucci), Cutolo, Caputo. A disp.: Paroni, Zanon, Di Paola, Otin, Belli, Mota. All.: Aglietti

 

Arbitro: Pezzuto di Lecce  Assistenti: Santoro di Catania e De Troia di Termoli Quarto uomo: Valiante di Nocera Inferiore

 

Marcatori: 17’ Troiano

 

Ammoniti: Bruscagin, Schiattarella, Troiano, Benedetti, Mbaye, Ammari, Sestu, Caputo, Iacobucci

 

Espulsi: 26’ Cutolo per gioco violento. 48’ Mariga ed Esposito per proteste

 

Spettatori paganti: 2106 per un incasso di 6713 Abbonati: 1996 per un incasso quota rateo abbonati di 19989 euro

LE VOSTRE OPINIONI

commenti