La vittoria, questa sconosciuta: il Latina è sempre più nei guai

212

La boccata d’ossigeno non è arrivata, il Latina ha prolungato la sua astinenza raccogliendo soltanto un punticino e finendo a tutti gli effetti in zona playout. I nerazzurri ci hanno provato, hanno lottato e corso guadagnando comunque gli applausi del Francioni. Tutti questi sforzi, però, non sono bastati. Per il semplice fatto che contro la corazzata Spezia si è tirato in porta solo due volte. E per colpa di un gol annullato per fuorigioco millimetrico di Mbaye, prontamente segnalato da una terna arbitrale impeccabile. A favore dei pontini, del resto, i fischietti non sbagliano mai…

 

PRIMO TEMPO, PAPONI INCANTA

Schierato a sorpresa al centro dell’attacco, Daniele Paponi ha conquistato subito il Francioni con le sue generose rincorse e la sua voglia di lottare. Grazie alle sue sponde, tra l’altro, l’attacco nerazzurro ha dato la sensazione di poter graffiare, almeno nelle battute iniziali. Il primo vero sussulto si è registrato al 12’, su una palla inattiva: la pennellata di Scaglia ha raggiunto Olivera, la cui incornata è stata dirottata sulla traversa da un prodigioso colpo d’istinto di Chichizola. L’estremo argentino si è ripetuto cinque minuti dopo, deviando in corner un insidioso sinistro rasoterra scagliato da Paponi su assist di Schiattarella. Nei minuti successivi lo Spezia ha chiuso gli spazi gestendo senza affanni, la frazione è terminata senza scossoni.

 

SECONDO TEMPO, SUSSULTI NEL FINALE

Il Latina ha provato ad impensierire l’estremo argentino con una punizione di Calderoni, finita di poco al lato, e con una girata in acrobazia di Paponi, col pallone alle stelle. Per il resto non è accaduto praticamente nulla, il caldo e la paura di sbagliare hanno fatto la differenza. Al 41’, però, il Francioni è letteralmente esploso per un gol di testa di Mbaye su punizione di Schiattarella: la bandierina del guardalinee ha però spezzato l’esultanza nerazzurra, la rete è stata annullata. In pieno recupero, infine, Scaglia ha pescato in area Corvia, la cui deviazione in corsa non ha inquadrato lo specchio. E’ stata l’ultima opportunità non sfruttata, ora si va a Crotone per un’impresa a dir poco proibitiva: non ci saranno Olivera per squalifica e Ammari per infortunio, la speranza è che i calabresi sabato stiano ancora festeggiando per la serie A appena conquistata.

 

LATINA-SPEZIA 0-0

 

Latina: Ujkani, Bruscagin, Brosco Dellafiore, Calderoni, Schiattarella, Olivera (41’ st Mbaye), Bandinelli, Ammari (29’ st Corvia), Paponi (20’ st Dumitru), Scaglia. A disp.: Farelli, Celli, Criscuolo, Shahinas, Nelson, Baldanzeddu. All.: Cincione

 

Spezia: Chichizola, De Col, Terzi, Valentini, Migliore, Pulzetti (33’ st Catellani), Errasti, Sciaudone (21’ st Canadjija), Piccolo, Calaiò (42’ st Vignali), Situm. A disp.: Sluga, Acampora, Crocchianti, Kvrzic, Martic, Ciurria. All.:

 

Arbitro: Pasqua di Tivoli Assistenti: Di Iorio di Verbania e Gori di Arezzo Quarto uomo: La Penna di Roma 1

 

Ammoniti: Errasti, Pulzetti, Olivera, Dumitru, Dellafiore

 

Spettatori paganti: 1632 per un incasso di 7225 euro. Abbonati: 1996 per un incasso quota rateo abbonati di 19989 euro

LE VOSTRE OPINIONI

commenti