Sabaudia, un ex sindaco sui gradini del Palazzo comunale

431

Vincenzo Borrelli, ex assessore all’urbanistica del Comune di Sabaudia, ci invia una foto che ritrae Maurizio Lucci sui gradini del palazzo comunale in occasione del Sabaudia Film Fest. Alla stessa allega alcune riflessioni. “Al sindaco sfiduciato, senza un motivo politicamente valido – scrive Borrelli -, è negato anche il diritto di ex rappresentante di una amministrazione, e quindi di una cittadinanza, che ha lavorato per il bene della città e che è stato l’ideatore, promotore e realizzatore del Sabaudia Film Fest che ha segnato la vera svolta dell’estate di Sabaudia, a cui ha voluto dare continuità spendendosi oltre ogni misura fino all’ultimo giorno del suo mandato. Non può essere certamente orgoglio di nessuno appropriarsi delle iniziative altrui di questo ne dobbiamo essere certi e riteniamo che sia condiviso da tutti. Dimenticato forse – lasciamo la parola agli elettorali a cui compete esprimersi –  ma costretto a sedersi sui gradini del Palazzo Comunale che lo ha ospitato per anni e fino a due mesi fa, come primo cittadino liberamente eletto, no. Non si comprendono i motivi che possano giustificare questo e se si è voluto emarginare un primo cittadino che si è speso molto per questa iniziativa, magari per soddisfare le richieste di chi mostra ancora di temere il suo valore, il cuore delle persone che credono in una città migliore sapranno utilizzare, dentro la cabina elettorale, quella matita che la democrazia gli consente di utilizzare e deciderà se cancellare anche questa che sembra apparire come una umiliazione”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti