Klinkenberg e Gitto, la Top Volley fa sul serio

255

Nuovi preziosi tasselli per una Top Volley ormai delineata nel suo rinnovato organico. Alla corte di coach Nacci sono approdati in questi giorni lo schiacciatore belga Kevin Klinkenberg e il centrale siciliano Carmelo Gitto. Per quest’ultimo è un ritorno al Palabianchini dopo due anni trascorsi a Verona, il primo è reduce da ottime prestazioni in World League con la sua nazionale.

UNO SCHIACCIATORE ATTESO DA UN ANNO

Nato a Liegi nel 1990, Klinkenberg ha vinto quattro volte il campionato in Belgio con il Noliko Maaseik e due volte consecutive il titolo di Francia con la maglia del Tours Volley-Ball. Klinkenberg, protagonista anche in Polonia con il Luczniczka Bydgoszcz, è alto 196 cm e pesa 86 kg, con il club ha vinto anche quattro coppe del Belgio e quattro Supercoppe, due coppe di Francia e una Supercoppa transalpina, mentre in Nazionale ha trionfato con il Belgio nella European League del 2013. Già lo scorso anno Latina era stata ad un passo dall’ingaggiarlo, tanto che il ragazzo sostenne anche qualche allenamento in terra pontina. Poi la trattativa saltò per un mancato accordo economico, ma il diesse Grande è tornato alla carica e stavolta ha condotto in porto l’operazione.

 

LE IMPRESSIONI DI KEVIN

“A Latina la squadra per il prossimo campionato è composta da molti giocatori di livello e con grande esperienza, mi aspetto un campionato difficile ma noi daremo tutto per giocare al massimo livello possibile. Sono già stato a Latina in passato e devo ammettere che mi è piaciuto molto l’ambiente, ho avuto un’accoglienza calorosa ed è stato facile adattarmi: adesso torno con motivazioni ancora maggiori e non vedo l’ora d’iniziare gli allenamenti con il nuovo gruppo. Ho avuto l’opportunità di giocare anche qualche partita in Champions League nella mia carriera, facendo esperienze importanti, per me si tratta della prima avventura italiana, sono pronto per giocare qui e devo dire che sono felice di essere un nuovo giocatore del Latina”.

 

GITTO, IL BELLO DI RITROVARSIgitto

A Latina dal 2009 al 2014, il centrale classe ‘87 di Barcellona Pozzo di Gotto ha già dichiarato di voler riprendere da dove aveva lasciato: “Inutile negare che per me Latina è come una seconda casa, inoltre ci tengo a dire che sono e sarò sempre disponibile e riconoscente verso una società che non mi ha mai fatto mancare nulla e soprattutto mi ha fatto crescere molto proiettandomi nel volley che conta. La parentesi di Verona? Bella esperienza, forse è servita a farmi crescere e maturare ancora di più”. Gitto tornerà a vestire la sua maglia numero 4, Sottile riprenderà la numero 5, e il suo contratto avrà una durata di un anno, così per il giocatore siciliano sarà la sua sesta stagione in carriera a Latina, eguaglia come stagioni in A1 Paolo Cipollari, dietro solo alle sette di Sottile.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti