Intervista col creativo! Creiamo divertendoci con Myriam

204

Ciao a tutti e benvenuti all’appuntamento settimanale con la nostra Intervista col creativo .

Oggi è il turno di Myriam Bosini , una dolcissima mamma creativa!PhotoGrid_1464698479547

 

D. Myriam , puoi dirci cosa significa per te essere creativi?PhotoGrid_1460918046278

Per me essere creativi, significa creare qualcosa con le proprie mani, mettendo una parte di sé in ogni lavoro e,  benché  questo valga anche per me, non mi ritengo ancora una creativa, forse perché non sono al livello delle persone che seguo.

D. Quali sono le tecniche creative che preferisci ?

Ho iniziato a 6 anni con il punto croce e già allora iniziavo a giocare con la carta, disegnando, colorando ed incollando vari strati di carta colorata per creare i bigliettini da regalare poi ai miei parenti più stretti.
Da allora il tempo è passato ed ho iniziato a comprare pennarelli, timbri tamponi, un po’
senza sapere che stavo entrando nel magico mondo dello Scrap .
Ora ne sono pienamente consapevole e anche il mio portafoglio ahimè!
Direi quindi che questa è la tecnica che preferisco, anche se poi provo a fare quilling, gessetti, perline da stirare, cialde di caffè e mi piacerebbe tanto provare il mix media.242b9c59a1e

 

D. Ora ci parli un po’ di te , e del tuo blog ?

Quanto tempo hai a disposizione? Parliamo prima del mio blog che forse è più facile.
E’ nato perchè avevo acquistato con mia cugina un sito in cui proponevamo le miei piccole creazioni (Crea) e lei che ama tantissimo giocare con i bambini si proponeva come animatrice per le feste di compleanno
(Divertendo), poi lei ha iniziato a lavorare per un’organizzatrice di eventi ed io ho continuato a creare le mie cosine, così il sito è rimasto in mia gestione.
Aggiornare un sito è un po’ più macchinoso che aggiornare un blog, così alla fine ho fatto si che il sito puntasse direttamente al blog.20160325_223511 20160318_164155
Di fatto ora il blog è diventato la mia finestra sul mondo, dove pubblico i miei lavori, ma racconto anche un po’ di me e della mia vita.
20151016_221021Parlando di me…..sono una mamma orgogliosa di due bambini: Alessandro quasi 10 anni, il mio cucciolo e Alice di 8 e mezzo, la Princi,
Separata, perché la vita merita di essere vissuta a pieno e non di accontentarsi anche se si fa fatica e ci sono un sacco di ostacoli da superare.
Lavoro almeno otto ore davanti al pc per una società di consulenza informatica e come molte altre donne corro a destra e sinistra per cercare di arrivare a tutto.
A volte ce la faccio, altre un po’ meno, ma non mi arrendo!
Sono testarda, isterica, permalosa, malmostosa e chi più ne ha più ne metta però c’è anche chi dice che ho un grande cuore e che nonostante tutto sono una bella persona….io ci credo poco, ma li lascio convinti della loro opinione 😉

D. Preparare biglietti per il compleanno o per una ricorrenza , piccoli pensieri per gli ospiti e cose simili contribuisce a rendere le feste più preziose: quanta soddisfazione nasce dal sorriso di coloro che ricevono le nostre creazioni?

Ah bè il sorriso di chi riceve le nostre creazioni, credo che sia la parte più appagante di tutto il lavoro.

A volte ci metto un po’ a creare i regalini per le feste anche perché si parla quasi sempre di 20-30 pezzi ed avendo a disposizione solo poche ore la sera, diventa un lavoro lungo, ma poi vedi gli occhi luccicanti e quel sorriso….in quel preciso momento, penso che ne è davvero valsa la pena 🙂20160108_232804

D. Ti piace sperimentare e quindi provare nuove tecniche creative o sei una che si affeziona e si specializza?

Sicuramente mi affeziono, specializzare, no: credo di non essere specializzata in nulla e fatico a sperimentale, non perchè non mi piaccia o non ne sia incuriosita, solo per una mancanza di tempo 🙁 purtroppo mi piacerebbe avere più tempo per dedicarmi di più e meglio alle mie passioni, ma ci sono solo 24 ore in una giornata.PhotoGrid_1463945692379 PhotoGrid_1460917987029

D. Quando ti vengono le idee migliori ? E quando invece la creatività e la fantasia si bloccano?

Le idee migliori mi vengo in ufficio, guardando il lavoro delle creative per cui provo una profonda stima ed ammirazione.
A volte sul treno durante il viaggio mi si accede improvvisamente una lampadina e, sicuramente,  quando chiacchiero con la mia amica e guru Veronica: con lei l’idea nasce sempre in maniera spontanea e potremmo andare avanti per ore, immaginando una card, una tag che ancora non esiste fisicamente, ma che nella mia mente prende sempre più forma.20151119_213251
Mi blocco invece quando arrivo a casa, la stanchezza spesso prende il sopravvento su di me ed è come se la mia mente si svuotasse ed io resto li, apatica a fissare il tavolo, con il tempo che scorre, senza aver concluso nulla.
A volte vado anche in crisi se cerco di impormi dei vincoli precisi per partecipare a qualche sfida….fortunatamente questa cosa non mi capita con le richieste delle clienti, in quei casi forse mi sento più libera di potermi esprimere, mentre nel primo caso so che dell’altra parte ci sono persone che ne sanno molto più di me e quindi in qualche modo mi blocco.e2e1bba58ea

D.Il tuo colore preferito e perché

Oh mamma Clelia, questa è una domanda da un 1 milione di dollari anche se sembra così semplice ed innocua.

Non saprei cosa rispondere, amo i colori! Amo il verde speranza, il rosso passione, il giallo della luce, il bianco della neve, il turchese del mare, il marrone della terra, il nero del buio, il rosa, il viola, li lilla, l’arancione dei fiori e ancora l’azzurro ed il blu del cielo….

non riesco proprio a trovarne uno che preferisco rispetto a tutti gli altri, mi spiace.20160129_200759 (1)

D.Supponiamo che per un giorno puoi vestire i panni di qualcun altro : chi vorresti essere?

Vorrei essere una persona che ha il tempo per fare ciò che le piace, che è amata e supportata, che vive la vita in maniera spensierata, penso che vorrei poter essere ancora una bambina di 8 anni per un giorno.

D. Il tuo rapporto con il tempo e il suo trascorrere

Il mio rapporto con il tempo è una sfida continua, in cui lui vince sempre, anche se a volte arriviamo in parità.

Hai presente quando si parla delle persone che abitano a Milano, che hanno una vita frenetica?

Ecco io incarno perfettamente queste persone. Non per scelta ovviamente, vorrei poter rallentare e godermi ogni singolo istante, ma non posso, non ci riesco, se rallento, mi fermo proprio: ho due figli, un cane, una cavia, una casa, un lavoro, degli amici e delle passioni e per poter dare un piccolo spazio a tutto, devo per forza correre…..

20160207_222507aspetto tutta la settimana che arrivi il week-end con l’illusione che almeno nel fine settimana potrò rilassarmi, riposarmi, dedicarmi alle miei passioni e poi quando finalmente arriva c’è da fare la spesa, il bucato, la partita di Ale, le prove di Alice, i compiti, le cose da sistemare, gli amici da vedere o almeno sentire….guardi l’orologio e sono le 14, lo riguardi dopo e sono le 19 e la giornata è già finita.

D. Ricevi in dono una bacchetta magica: puoi fare tre magie soltanto . Quali?

Mmmmm fammi pensare bene…
questa volta sarò un po’ egoista e penserò alle cose che interessano a me principalmente:
UNO: Vorrei poter comprare la casa accanto alla mia in modo da avere una stanza per ogni mio figlio, un soggiorno e due bagni.
DUE: Vorrei non avere più debiti: mutuo, macchina e tutte le altre spese possibili.
TRE: Che i miei lavori creativi mi permettano di non lavorare il venerdì, investendo così il tempo a disposizione per i miei figli.20160316_231840 20160303_235524

 

 

 

E qui si conclude la nuova intervista .

Nelle parole di Myriam , nei suoi sogni e nei suoi desideri sono sicura che si ritroveranno molti di noi.

Chi non è sempre in lotta con il tempo? chi non vorrebbe una vita più rilassante da trascorrere con i propri cari ?…chi non si sente travolgere dalla frenesia di un mondo che non viviamo più , ma percorriamo di corsa , con il rischio di perderci i momenti più belli?

Fortunatamente la creatività ci aiuta a frenare un pochino i nostri ritmi, costringendoci a trovare qualche ora per noi e per le nostre creazioni e proiettandoci , contemporaneamente, in un mondo parallelo dove la fantasia e il colore la fanno da padroni.

Grazie Myriam per essere stata con noi ed aver condiviso una parte di te.

Vi saluto abbracciandovi e vi do appuntamento alla prossima intervista : vi anticipo che ci sarà una sorpresa 🙂

baci

Clelia

p.s. l’intervista si potrà leggere anche sul mio blog

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti