Latina, abusi edilizi nel ristorante: ordinanza di chiusura per L’Arco

1188

Il servizio sviluppo economico del Comune di Latina ha ordinato la cessazione immediata dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande intestata alla società Fedenico srl, titolare del noto ristorante “L’Arco” di via Cavour, a due passi dalle Poste centrali del capoluogo.

Il provvedimento scaturisce da un abuso edilizio, accertato da anni, consistente nella realizzazione abusiva di un magazzino/deposito e locale tecnologico a servizio dell’attività di ristorazione. Opere che la società avrebbe dovuto già demolire, come disposto da un’ordinanza di ripristino dello stato dei luoghi emessa nel 2012. Il ristorante, recentemente, è stato oggetto di un controllo da parte della Polizia Locale. I vigili, il 13 giugno 2016, hanno verbalizzato che nonostante l’ordinanza del 2012, i locali abusivi non solo non erano stati demoliti ma continuavano ad essere utilizzati a servizio dell’attività di ristorazione. Dunque, il provvedimento di oggi a firma del dirigente comunale Paola Bragaloni, valevole fino al ripristino dello stato dei luoghi. Il dirigente avverte la società titolare del ristorante, nella persona dell’amministratore unico Paolo Prearo, che l’ordinanza di cessazione può essere impugnata entro 60 giorni al Tar, entro 120 giorni al Presidente della Repubblica.

Qui l’ordinanza Fedenico

Nella stessa giornata di oggi il Comune ha ordinato la cessazione dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande anche per un altro locale (leggi qui).

LE VOSTRE OPINIONI

commenti