Terracina, il Comune assume dieci ausiliari ambientali e proroga la gestione del Tempio di Giove

312

Anche nel periodo ferragostano il Sindaco, la Giunta e gli uffici dell’Ente hanno lavorato a pieno ritmo. Lo sottolinea l’amministrazione comunale di Terracina, che mette in luce i tre importanti atti sottoscritti in questi giorni. Il primo riguarda la proroga del contratto di appalto per la gestione integrata del Tempio di Giove Anxur alla società Munus di Roma. L’appalto, scaduto il 13 agosto scorso, è stato prorogato al 13 novembre prossimo. Un prolungamento necessario – spiega l’Ente – per assicurare la continuità del servizio ed evitare pregiudizio all’interesse pubblico, nelle more dell’esperimento di una procedura di gara per la futura gestione del sito archeologico.

La nomina di dieci ausiliari ambientali

Il secondo atto è inerente a un decreto del sindaco Nicola Procaccini, con il quale il primo cittadino nomina dieci ausiliari ambientali. Otto i dipendenti comunali che hanno ottenuto la qualifica: Antonio Di Lello, Sergio Maietti, Alessandra Mastrangelo, Benedetto Parisella, Rina Persichini, Marisa Prata, Alfredo Sperlonga, Pier Francesco Troccoli. Michele Luciani e Giorgio Rollo invece provengono rispettivamente dal Wwf Litorale Laziale e dall’Associazione Guardie Ambientali d’Italia – sezione di Itri. I nuovi operatori si occuperanno della tutela ambientale, contrastando ogni forma d’inquinamento presente sul territorio comunale.

Manutenzione del verde

Ultima, ma non meno importante, è la determinazione n.895 del 16 agosto, che individua le zone per un intervento straordinario di sfalcio delle erbe infestanti, che interesserà le aree cittadine: da via Ceccaccio a via Appia Antica, dalle strade interpoderali di località Cannete alle varie Macchie di Piano di Borgo Hermada, da via Scifelle a Stradone la Valle, via La Neve a via Briccicheto. I lavori di sfalcio sono stati assegnati alla Verdidea srl di Taranto, al prezzo di 164,41 euro ora. La ditta tarantina eseguirà il lavoro con due operai specializzati e un trattore dotato di braccio idraulico, attrezzo trinciatore, sfibratore, decespugliatore. Due invece saranno gli operai del Comune di Terracina che collaboreranno con la ditta incaricata.

 

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti