Latina, Natale 2016. I commercianti del centro: il nostro progetto in Comune da agosto e senza risposte

303
Fabrizio Forte, Susanna Gloria, Lorenzo Moriconi

Sono aperti al dibattito e ad una collaborazione fattiva che porti alla realizzazione di un progetto nuovo in grado di portare nella città la vera magia del Natale. Sono i 108 commercianti dell’associazione Latina Centro, che nonostante le resistenze, finora operate dall’amministrazione comunale all’apertura di un tavolo di lavoro sulla programmazione della manifestazione più attesa dell’anno, questa mattina durante la conferenza stampa presso il Bar Mimì, attraverso l’intervento della presidente Susanna Gloria e di Fabrizio Forte, che insieme a Lorenzo Moriconi e Simone Finotti, che non era presente all’incontro, della SeventhArt hanno rilanciato la validità del progetto per il Natale 2016, depositato presso l’amministrazione comunale il 29 agosto scorso e ancora in attesa di una risposta, che visti i tempi stretti è sempre più urgente. “La nostra idea per l’evento Natale 2016 a Latina, nasce dall’esigenza di cambiare passo rispetto alle precedenti edizioni per lo più basate su un’accozzaglia di proposte commerciali all’interno di capannoni e tra le vie del centro che più che portare beneficio alla città hanno penalizzato gli esercizi commerciali e deluso le aspettative dei fruitori – ha spiegato l’associazione – noi invece nel progetto presentato ad agosto in Comune, per il quale abbiamo chiesto anche un incontro al Sindaco che ancora non viene accordato, proponiamo una manifestazione in grado di alzare il livello culturale dell’offerta alla cittadinanza con eventi legati al Natale come cori gospel, spettacoli di magia, casette di Babbo Natale, con tanto di cassetta postale per le letterine dei bambini, laboratori creativi di manualità per i più piccoli ai quali sarà riservato anche un trenino che percorrendo la pista ciclabile effettuerà 20 fermate rigorosamente in tema con il Natale, che potrà ospitare a bordo anche le persone anziane o con difficoltà motoria, in questo modo potremmo facilitare gli spostamenti e favorire gli acquisti da parte dei visitatori”.

I costi

la-piantina-del-progettoIl progetto pensato dai commercianti prevede una spesa totale di circa 70mila euro, alla quale l’associazione si dice disposta a contribuire in proporzione all’impegno che l’amministrazione comunale deciderà di assumersi, ammesso che questo avvenga, e soprattutto che ci siano i tempi utili a realizzare il programma. “Il Sindaco ha il dovere di risponderci e di farlo al più presto – ribadisce l’associazione, che nell’incontro di oggi ha sottolineato come le associazioni di categoria, finora, non li abbiamo sostenuti in questo progetto tanto importante per la città – a Latina non serve un evento a costo basso purché si festeggi in qualche modo il Natale, tutti noi vogliamo un evento di qualità, che attiri le persone a visitare il nostro villaggio natalizio. Entrando a Latina vorremmo che tutti possano respirare da subito il clima tipico del Natale apprezzando e rivalutando la possibilità di vivere qualche ora nel capoluogo pontino sia da residenti che da turisti”.

L’accordo firmato da Coletta in campagna elettorale

“La ztl ci sta distruggendo – aggiunge Susanna Gloria – facendo crollare il fatturato dei commercianti del centro storico di Latina che si sentono traditi dal Sindaco anche per non aver tenuto fede all’accordo firmato in campagna elettorale, secondo il quale, sulla base dell’andamento economico nei primi sei mesi della ztl, avrebbe considerato la possibilità di limitare la chiusura del centro al traffico veicolare solo nel fine settimana, cosa che invece oggi il Sindaco rinnega sostenendo di essersi sbagliato e di dover rispettare, mantenendo la ztl così come è adesso, anche le posizioni delle altre associazioni di categoria che invece si dicono soddisfatte del provvedimento in vigore. All’epoca della firma dell’accordo il candidato Sindaco Damiano Coletta mi aveva raccomandato, in caso non fosse stato rispettato quanto pattuito di pretendere il rispetto negato, anche usando la forza – conclude la presidente – oggi siamo qui proprio per ottenere il rispetto e l’attenzione che meritiamo in qualità di cittadini prima che di commercianti che rappresentano le famiglie storiche della città che da sempre investono e credono nel futuro di questo territorio”.

Qui un intervento del consigliere Nicola Calandrini

LE VOSTRE OPINIONI

commenti