Latina – Vicenza, chi sfaterà il tabù?

148

Il Vicenza non ha mai vinto in casa in questo campionato, il Latina non conosce il successo esterno dallo scorso gennaio. Un lungo digiuno per entrambe, dunque, destinato ad interrompersi (pareggio permettendo) per una delle due contendenti nella sfida del Menti. Biancorossi e nerazzurri hanno comunque altre cose in comune: non solo i punti, tredici a testa, ma anche le difese facilmente perforabili. Quella dei veneti è la peggiore insieme alla Pro Vercelli, con 20 sigilli subiti. Quella pontina è a ridosso, con 19 palloni raccolti nel sacco da Pinsoglio. Proprio il portiere di proprietà della Juve è uno dei tanti ex del match, insieme a Garcia Tena, al non convocato Moretti e a Ciccio Esposito, motivo di tanti rimpianti.

VIVARINI: “ATTENTI AL LORO ENTUSIASMO”

Mi aspetto un avversario che cercherà di non farci giocare, hanno fatto una gran partita a Trapani tenendo il ritmo alto e aggredendo i portatori di palla. Giocheranno con tanto entusiasmo per quel successo, puntando su individualità importanti come Bellomo o come i componenti del pacchetto difensivo. Io mi auguro di rivedere un Latina che riesca ad essere squadra come visto con il Bari: non dobbiamo esaltarci né deprimerci, restiamo umili e attenti facendo leva su un’autostima sicuramente cresciuta”.

BROSCO UNICA NOVITA’brosco

Il tecnico ha lasciato intendere che punterà sulle stesse scelte della scorsa settimana, con l’unica eccezione del rientrante Brosco al posto di Bruscagin. Per il resto Corvia continuerà ad occupare la posizione di punta centrale, Acosty e Scaglia agiranno come esterni offensivi con licenza di arretrare e la coppia Nica – Di Matteo ad oscillare tra mediana e linea difensiva. Indisponibili invece Boakye e De Vitis. Tra i veneti mancheranno invece il furetto Galano e D’Elia, con il giovane Cernigoi in lizza per  una maglia se Raicevic dovesse tornare affaticato dall’impegno con la nazionale montenegrina.

PENALIZZAZIONE, IL RISCHIO RESTA

Il rischio di una penalizzazione per il Latina Calcio è sempre più concreto. La Corte d’Appello della Federcalcio ha accolto infatti il ricorso della Procura Federale sul proscioglimento del 20 settembre in merito al pagamento dei tesserati avvenuto un giorno dopo la scadenza del 18 aprile scorso. Al club pontino  potrebbero essere inflitti due punti di penalizzazione.

CESSIONE CLUB? MAIETTA SMENTISCE

Sempre a proposito della società, il presidente Maietta ai microfoni di Lazio Tv ha smentito le voci di un passaggio di proprietà del club. In settimana erano circolati rumors, riportati dalla carta stampata, secondo i quali i presidenti Maietta e Aprile stavano trattando con una cordata romana, la stessa della scorsa estate, rappresentata dal commercialista di Anzio Ugo Nuzzi.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti