Operazione Olimpia a Latina, il Pd: completa fiducia nella Magistratura, la nostra una voce isolata contro il sistema

244
Salvatore La Penna

Riceviamo e pubblichiamo di seguito una nota di Emanuele Ingellis e di Salvatore La Penna, rispettivamente presidente del Pd di Latina e segretario provinciale di Latina relativo all’Operazione Olimpia che ieri ha portato ai clamorosi arresti.

Le vicende giudiziarie degli ultimi giorni legate all’operazione Olimpia fanno emergere un quadro grave che desta sconcerto. Se venisse confermato il quadro delineato dagli organi inquirenti si confermerebbe l’idea di una commistione fra politica, macchina amministrativa ed interessi economici che ha caratterizzato negativamente l’ultimo decennio di gestione amministrativa. Al di là delle responsabilità di carattere penale dei singoli che dovranno essere vagliate dalla magistratura, verso la quale esprimiamo la più completa fiducia, ci preme ribadire come per anni il Partito Democratico, nelle sedi istituzionali e nel dibattito politico, abbia più volte evidenziato i connotati di una pratica politico-amministrativa che non assicurava livelli adeguati di chiarezza e trasparenza.

Le denunce del PD, attraverso mozioni consiliari e prese di posizione politiche, hanno spesso toccato in maniera molto efficace e puntuale i temi dell’urbanistica e dell’impiantistica sportiva, come ad esempio la vicenda della gestione della piscina e le problematiche urbanistiche sorte intorno allo Stadio; spesso la nostra voce è risultata isolata ed inascoltata da gran parte del sistema politico-istituzionale della città di Latina. Il PD negli ultimi anni è sempre stato in prima linea nella battaglia per la legalità. Il livello di coinvolgimento, che sembrerebbe essere molto rilevante, dei quadri dirigenti della macchina amministrativa desta preoccupazione, sia per gli eventuali rilievi di natura giudiziaria che per la paralisi in cui rischia di cadere l’ente comunale.

Ci preme inoltre ribadire come negli ultimi anni il PD, attraverso il ruolo dei suoi rappresentanti istituzionali, in particolar modo nella commissione antimafia, abbia fortemente spinto affinché si squarciasse il velo sui rapporti di contiguità tra parte della politica e la criminalità organizzata. In questo senso ricordiamo la missione della commissione antimafia in terra pontina, l’audizione del Questore De Matteis, dalla quale si ricavarono elementi importantissimi, tra cui la gravissima interrogazione parlamentare al Questore stesso partita dagli uffici del capo di gabinetto del sindaco Di Giorgi. Mentre, quindi, sia in sede di consiglio comunale che nei livelli istituzionali regionali e nazionali, il PD portava avanti la necessità di configurare elementi di verità intorno alle vicende cittadine, in molti sembravano assai distratti.

Ora è il tempo che le verità siano rivelate dagli organi competenti. Con la massima fiducia verso le istituzioni e con la dovuta cautela nei confronti degli indagati, la cui posizione sarà vagliata in ambito giudiziario, continueremo a lavorare affinché la città di Latina esca da questo periodo opaco e riacquisti la dignità e la normalità necessaria per guardare al futuro con speranza di crescita e sviluppo.

Emanuele Ingellis (Presidente PD Latina)

Salvatore La Penna (Segretario Prov. Latina)

LE VOSTRE OPINIONI

commenti