Latina, architetti arrestati sospesi dall’Ordine

267
Ventura Monti

Il Consiglio di disciplina dell’Ordine degli architetti della provincia di Latina ha sospeso Ventura Monti e Luca Baldini a seguito dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita lunedì nell’ambito dell’Operazione Olimpia, per associazione a delinquere. In applicazione del Regio decreto 2537 del 1925, il Consiglio di disciplina ha provveduto all’immediata sospensione dei due iscritti dall’attività professionale, fino alla revoca del provvedimento di custodia da parte dell’autorità giudiziaria.

Oggi l’architetto Monti, detenuto presso il carcere di Velletri, è stato sottoposto ad interrogatorio di garanzia da parte del Gip, durante il quale ha respinto ogni addebito professandosi estraneo ai fatti contestati.

Giornata di interrogatori oggi, ascoltato anche l’ex consigliere comunale Vincenzo Malvaso, anche lui ristretto nel carcere di Velletri, che ha tentato di ricostruire attraverso apporto documentale l’inesistenza di un patto di scambio tra lui e l’allora sindaco Giovanni Di Giorgi per la variante di Borgo Piave. Insomma, per Malvaso l’appartamento di piazzale Carturan non sarebbe stato ceduto al primo cittadino ad un prezzo di favore. Ed è stato ascoltato anche l’imprenditore Massimo Riccardo che ha sostenuto di non essere stato favorito dal Comune di Latina con il Piano particolareggiato R3. Dunque, per i tre indagati se ne riparla al Riesame.

Ordinanza di custodia annullata, invece, per l’ex consigliere provinciale Silvano Spagnoli e Roberto Pellegrini, entrambi di Nuoto 2000, per un vizio formale.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti