Il Natale ad ostacoli del Latina fa tappa a Perugia

365

Per la prima volta da quando è a Latina Vincenzo Vivarini si  è arrabbiato di brutto. Lo ha fatto davanti ai giornalisti, con l’aplomb e l’educazione che lo ha sempre contraddistinto, ma allo stesso tempo con decisione e rabbia. Colpa di certi titoli sulla carta stampata, secondo i quali Riccardo Brosco avrebbe rilasciato dichiarazioni…da “ex”. Il difensore, a dire il vero, aveva giurato di non avere idea di quale sarebbe stato a breve il suo futuro, ma allo stesso tempo aveva ribadito il suo forte legame con Latina e la sua ferma intenzione di puntare dritto al traguardo salvezza, per giunta nei panni di leader per i suoi compagni. Fatto sta che il mister si è arrabbiato. Anche perché, crediamo noi, non deve essere semplice tenere a bada i nervi in questo momento di totale incertezza.

 

BROSCO FRAINTESO E TRAVISATO

Queste le dichiarazioni del tecnico sul “caso Brosco” nella conferenza stampa della vigilia: “Il ragazzo è stato interpretato male o strumentalizzato, lui ha espresso tutto il suo amore per questi colori, ci è rimasto male. Mi sono sembrati eccessivi certi titoli, sembra che parlasse da ex. I giocatori sono tutti concentrati per fare bene in campo, Brosco compreso. Abbiamo una società che si sta adoperando in tutto e per tutto per risolvere ciò che le è caduto addosso, dobbiamo compattarci tutti per affrontare questo momento”.

 

UN PERUGIA “AD ALTA QUALITA’”

Un solo pensiero, dunque. Il Perugia, e le sue grandi qualità: “Andremo a battagliare contro un avversario di pregio, con grande qualità nel palleggio e nella tecnica individuale: dobbiamo essere bravi a giocare da squadra e a rimanere corti, disturbando la loro fase di possesso palla: abbiamo la voglia giusta e la carica nervosa ideale per fare bene”. Gli umbri dovranno fare a meno di svariati interpreti e in primis di temibilissimi elementi come Di Carmine e Nicastro. Guai però ad abbassare la guardia, perché pedine come Guberti, Dezi o Rolando Bianchi sono sempre in grado di fare la differenza.

 

OUT BANDINELLI, PANCHINA PER CORVIA. OCCASIONE PER D’URSO?

Il Latina dovrà fare i conti con un’assenza pesantissima, quella dello squalificato Bandinelli: senza le sue rincorse in mezzo al campo anche Mariga perderà un prezioso riferimento, a meno che Rocca non torni ad essere il delizioso playmaker ammirato la scorsa stagione a Lanciano. Altre due cambi dovrebbero riguardare Corvia e Gilberto: il primo non è ancora recuperato del tutto, nonostante sia stato inserito nella lista dei convocati; il secondo non ha convinto affatto nelle ultime uscite, potrebbe essere dirottato sulla fascia ma difficilmente garantirebbe l’efficacia di un Nica in fase di copertura. Spazio dunque a Paponi al centro dell’attacco e probabilmente a D’Urso sulla trequarti: a detta di Vivarini il talento romanista è parso in netta ripresa, al Curi potrebbe arrivare per lui l’attesa occasione di rilancio.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti