Latina, gli studenti a confronto con l’assessore Cristina Leggio

Si è svolto questa mattina presso il Palazzo della Cultura a Latina il primo incontro tra il coordinamento dei rappresentanti di istituto e di consulta del Comune di Latina e l’assessorato alle Politiche giovanili, che di fatto apre un percorso basato sul dialogo e sulla condivisione promosso dall’assessore Cristina Leggio.

Esigenze a confronto

Obiettivo di questo primo incontro e degli altri che seguiranno – spiega l’amministrazione – è instaurare un rapporto di collaborazione e comunicazione diretta tra studenti e Amministrazione Comunale; è infatti intenzione della Leggio coinvolgere gli studenti nelle attività a loro rivolte promosse dall’assessorato di sua competenza. In primo piano c’è stato il confronto sulle emergenze segnalate dagli studenti e la pianificazione di future iniziative da portare avanti insieme.

I temi

“L’incontro – racconta Leggio – ha visto la partecipazione di tutto il coordinamento e ha rappresentato il punto di partenza di un percorso che sarà condiviso nella scelta degli obiettivi a breve e lungo termine. Il lavoro proseguirà con la costituzione di delegazioni trasversali agli istituti al fine di rendere operativo e specifico il confronto sulle tematiche individuate. Tra i primi traguardi da tagliare, l’analisi delle esigenze di mobilità degli studenti che i ragazzi stessi presenteranno alla Commissione Trasporti, i progetti di alternanza scuola-lavoro, iniziative culturali finalizzate alla valorizzazione del territorio. Gli studenti saranno coinvolti anche nella programmazione del Forum dei Giovani e nello sviluppo di una rete tra università, scuola e mondo del lavoro”.

La soddisfazione degli studenti

“Finalmente possiamo dire di aver intrapreso una strada produttiva di dialogo con l’Amministrazione Comunale, cosa che auspicavamo da tempo – sottolineano Massimiliano De Pasquale, rappresentante del liceo classico Dante Alighieri, ed Edoardo Di Prospero, rappresentante d’istituto del Vittorio Veneto-Salvemini e presidente della Consulta provinciale degli studenti – Cercheremo di cogliere al meglio questa occasione per vedere finalmente riconosciuto il ruolo degli studenti all’interno della nostra realtà cittadina e per fare in modo che anche le scuole possano collaborare attivamente per un futuro diverso e migliore”.

 

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti