Operazione Terminal, 20enne di Terracina torna in carcere per violazione degli obblighi

Il carcere di Latina

Gli uomini della Polizia di Stato – Questura di Latina, Commissariato di Terracina, nella giornata odierna, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza del Gip del Tribunale di Latina che ha disposto la custodia cautelare in carcere a carico di Marco Mauti, di 20 anni. Lo stesso lo scorso luglio era già stato tratto in arresto nell’ambito dell’operazione “Terminal, condotta dagli investigatori della Squadra Anticrimine del Commissariato di Terracina e dai colleghi della Squadra Mobile, quando furono eseguite complessivamente 10 ordinanze cautelari che a vario titolo avevano riguardato reati in materia di sostanze stupefacenti, estorsione, danneggiamenti aggravati, possesso ed utilizzo di armi da fuoco ed altro.

Durante il periodo di detenzione presso il proprio domicilio, le attività investigative e di controllo nei confronti del giovane sono proseguite consentendo di rilevare ulteriori reati a suo carico nonché l’inottemperanza alle prescrizioni impostegli. La pericolosità del 20enne – secondo gli inquirenti – si sarebbe poi conclamata ulteriormente quando lo stesso evaso dagli arresti domiciliari era subito stato rintracciato dagli agenti della Squadra Anticrimine del Commissariato di Terracina e ritratto in arresto risottoponendolo alla misura dei domiciliari. Il Gip del Tribunale di Latina Mara Mattioli, esaminati gli atti e le condotte antigiuridiche del predetto, ha emanato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere che in data odierna è stata eseguita a carico di Muti, il quale è stato ristretto presso la Casa Circondariale di Latina.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti