Aprilia, troppi soldi per l’incarico al legale: Carmelo Terzo interroga il sindaco

Un incarico da 208mila euro per occuparsi di 15 cause pendenti del Comune di Aprilia legate al settore urbanistica, tra cui quella contro la Rida Ambiente e contro Sorgenia. A presentare l’interrogazione a risposta orale, discussa durante il consiglio comunale di questa mattina l’esponente di Forza Italia Carmelo Terzo, una istanza sostenuta anche dai consiglieri di Facciamo la Differenza Giovanni Bafundi e Nello Romunaldi e dal consigliere di Aprilia Valore Comune Vincenzo La Pegna. L’interrogazione, relativa all’incarico affidato all’avvocato Naccarato per i contenziosi in essere in materia urbanistica, serviva ad avere lumi non solo sul numero delle cause in corso ma anche sulla cifra impegnata a favore del legale. “Abbiamo deciso di affidare l’incarico esterno- ha detto il sindaco Antonio Terra- riscontrando difficoltà a gestire tutte le pratiche. I contenziosi in essere sono 24, 15 in cassazione e non avendo noi all’interno dell’organico un esperto in materia ci siamo avvalsi della consulenza esterna. Di queste cause due sono state perse, 7 definite favorevolmente per il Comune. La parcella del legale ammonta a 208 mila euro, di cui 89 mila già pagati”. Una cifra elevata, come osservato in aula da Carmelo Terzo. “L’amministrazione per definire il compenso- ha però precisato Terra- ha adottato criteri trasparenti approvati attraverso una apposita delibera”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti