Alfredo Bini – Ospite inatteso, a Latina la presentazione del documentario premiato ai Nastri d’Argento 2016

332

Si svolgerà venerdì 10 marzo, alla Feltrinelli di Latina in via Armando Diaz, alle ore 18:00, la presentazione del dvd Alfredo Bini – Ospite inatteso, documentario diretto da Simone Isola (produttore di Non essere cattivo, di Claudio Caligari) e vincitore del Nastro d’Argento 2016 quale miglior documentario sul cinema. La presentazione, organizzata da Factory10 e dall’Associazione Culturale Magma, vedrà presenti oltre al regista, anche il protagonista del film, Giuseppe Simonelli, e Luca Lardieri, docente di cinema, che ha qui collaborato alla regia e ne ha curato la fotografia.

Nella storia della produzione cinematografica italiana, il nome di Alfredo Bini occupa un posto d’onore. Nel 1960 fonda la casa di produzione Arco Film, che inizia la sua attività producendo Il bell’Antonio, diretto Mauro Bolognini. Sin da questo primo lavoro emerge la personalità ribelle del produttore, sordo persino ai richiami del ministro dello Spettacolo Alberto Folchi, che tenta di dissuaderlo dall’affrontare un argomento rischioso come quello dell’impotenza maschile. La produzione successiva di Bini si concentra soprattutto sui film d’autore, e nel 1961 aiuta Pier Paolo Pasolini ad esordire con il suo primo film, Accattone. Produrrà poi tutte le sue opere fino a Edipo Re del 1967, regalando così alla cinematografia mondiale la poesia e l’originalità registica del celebre autore. Nel 1969 produce invece il Satyricon di Gian Luigi Polidoro, film che gli farà ottenere forti accuse di oscenità, alle quali egli risponderà pubblicando un saggio dall’emblematico titolo Appunti per chi ha il dovere civile, professionale e politico di difendere il cinema italiano, dove scriverà: “Il cinema può essere l’unica voce, in qualche modo libera, nella nostra società, l’unica voce, bene o male, in grado di sfuggire alle pressioni.”

Prodotto da Kimerafilm e da Gianluca Arcopinto, il documentario ha visto la luce grazie anche al sostegno e alla collaborazione di Factory10 e di diverse maestranze pontine, tra le quali l’operatore di macchina Luca Argentesi e il fotografo di scena Matteo Del Vecchio.

Alla fine dell’incontro alla Feltrinelli, l’evento si sposterà presso il cinema multisala Oxer, dove alle 21:00 verrà proiettato il documentario in alta definizione alla presenza degli autori, i quali lo presenteranno e a fine proiezione risponderanno alle domande del pubblico.

Un evento cinematografico da non perdere, sponsorizzato da Factory10, MAGMA e dalla Feltrinelli, alla scoperta di una delle personalità più coraggiose e libere del cinema italiano, che sicura delle sue scelte affronterà sempre con fermezza le numerose polemiche e i tentativi di censura a cui andrà incontro.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

LASCIA UN COMMENTO