Formia, Bartolomeo: bilancio approvato con FI, un gesto di responsabilità per evitare il commissariamento

191
Sandro Bartolomeo

Ha chiesto un gesto di responsabilità per evitare il commissariamento del Comune, così Sandro Bartolomeo ha ottenuto l’ok al bilancio di previsione nell’ultimo giorno possibile. In una nota, questa mattina, spiega il voto di ieri sera in Consiglio comunale.: “Ieri sera abbiamo votato il bilancio di previsione 2017. E’ stato un risultato importante per l’Amministrazione, anche perché si trattava dell’ultimo giorno utile. Non si fosse approvato il documento di programmazione finanziaria, sarebbe scattato il commissariamento, destinato a durare fino al giugno del 2018, un tempo troppo lungo per qualsiasi città e qualsiasi Amministrazione. Ho chiesto al Consiglio Comunale di fare un gesto di responsabilità e di consentire la continuazione di questa esperienza consiliare perché siano gli eletti del popolo a decidere sulle cose cittadine. La gran parte della maggioranza e il gruppo di Forza Italia hanno risposto positivamente a questo appello, il ché ha determinato una situazione del tutto nuova in Consiglio comunale con l’uscita del gruppo di Sinistra Italiana e il sostegno alla maggioranza da parte dei consiglieri di Forza Italia. Le dichiarazioni dei diversi gruppi politici sono state chiaramente orientate a scongiurare l’arrivo di un commissario”.

“Ora su queste basi – sono sempre le parole di Bartolomeo – credo sia possibile affrontare alcune questioni di estrema importanza per la vita della città: dalla progettazione della strada di attraversamento a monte al Policlinico del Golfo che è in dirittura d’arrivo, alla variante generale al Piano Regolatore. Basterebbero questi tre risultati per dare senso pieno all’anno ed oltre di tempo che abbiamo di fronte. Sono personalmente ottimista e accetto la sfida. A tutti i componenti della maggioranza che hanno ritenuto di confermare il loro appoggio e al gruppo di Forza Italia che ci ha consentito di approvare il bilancio, dico che occorre procedere con grande rapidità perché le questioni sul tavolo vengano affrontate al più presto nella sede del Consiglio comunale. A chi opererà in questa direzione deriveranno benefici politici perché ad avvantaggiarsi di tali interventi sarà l’intera città”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti