Contro le ludopatie, presto l’istituzione della Giornata provinciale del buon gioco. Il comitato dem incontra Della Penna

397

Il comitato no-slot degli amministratori pontini del Pd, presieduto da Nicoletta Zuliani, ha incontrato oggi pomeriggio il presidente della Provincia di Latina Eleonora Della Penna per promuovere il buon gioco contro le ludopatie. Un incontro proficuo visto che Della Penna proporrà il prossimo 23 maggio al Consiglio provinciale, sotto forma di mozione, l’istituzione di una Giornata provinciale no-slot. L’incontro, al quale hanno preso parte la vice presidente del comitato, Maria Civita Paparello, e la segretaria Patrizia Menanno, ha così avuto esito positivo. “E’ stato un vero successo – commenta la componente rosa del Partito democratico: la presidente si è dimostrata entusiasta della proposta e il 23 maggio verrà presentata la mozione per istituire la giornata provinciale del buon gioco contro le Ludopatie. La mozione prevede che la giornata provinciale del buon gioco sia celebrata ogni terza domenica di settembre ogni anno. Sarà quindi un appuntamento annuale in cui cittadini, associazioni, e varie aggregazioni potranno scatenare la loro fantasia per organizzare eventi e momenti di formazione e sensibilizzazione nei confronti di una patologia che purtroppo lentamente sta distruggendo il nostro tessuto sociale più debole.  Il Lazio è la seconda regione d’Italia per volume di affare e la provincia di Latina è la prima con  695 milioni di euro l’anno (dati 2011) attestandosi prima provincia in tutto il Lazio, addirittura prima di Roma”.

Il comitato amministratori PD no slot si è costituito lo scorso 10 marzo e già conta al suo attivo una concreta attività che addirittura coinvolgerà le 33 città della provincia di Latina in una azione coordinata di informazione e prevenzione nei confronti del gioco di azzardo patologico.
“Questo è solo il primo passo, – dicono le tre rappresentanti del comitato Zuliani, Paparello e Menanno – il passo successivo all’istituzione della Giornata sarà portare la mozione anche in tutti i Comuni della Provincia per l’adesione nonché in Regione per richiedere l’istituzione anche in Regione”. Il comitato auspica che tutti comuni della provincia si dotino di un regolamento e di una normativa omogenea tale da poter contrastare in maniera uniforme ed efficace la malavita che si annida dietro questo fenomeno.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti