Latina, cattivi odori e rumori notturni. Cosa accade in discarica? Chiesta verifica a Borgo Montello

281
Una foto scattata in via Monfalcone durante una delle tantissime manifestazioni di protesta contro le discariche di Borgo Montello a Latina
Se sugli effetti della nube di Pomezia e su quanto accaduto nell’impianto di stoccaggio rifiuti EcoX, a una settimana dall’evento incendiario, la verità resta lontana, in via Monfalcone a Latina le discariche di Borgo Montello continuano a togliere il sonno. Abbiamo perso il conto il questi mesi delle segnalazioni giunte al Comune, Arpa, Asl, Provincia, Regione eccetera eccetera di odori e rumori molesti che si diffondono nelle ore notturne. La richiesta è sempre la stessa: venite a verificare cosa accade di notte nelle discariche Indeco ed Ecoambiente. Alle numerose pec non segue mai una risposta. Le stesse pec vengono inviate per conoscenza anche a giornali, radio, tv. Contengono una denuncia ripetitiva e per questo cestinata. Ma non è così che si fa un buon servizio. Perché ai problemi non ci si deve abituare. Se percorriamo tutti i giorni la stessa strada, con al centro una buca, istintivamente dopo averci rimesso una gomma tentiamo di evitarla fin quando la manovra diventa automatica e ci scordiamo della buca. E così ci si dimentica anche di via Monfalcone. Soltanto che lì la buca è enorme e il rischio non è di forare una camera d’aria ma di morire di mal aria. Oggi noi abbiamo deciso di dare ancora una volta voce agli abitanti di via Monfalcone, perché del rischio della riapertura delle discariche di Borgo Montello ne abbiamo già parlato abbondantemente, anche di recente e in occasione dell’audizione in commissione consiliare dei curatori fallimentari della Latina Ambiente.
“Si comunica che anche questa notte da mezzanotte, in poi – si legge nella pec di oggi che il comitato di via Monfalcone ha inviato alle competenti istituzioni -, si sono sviluppate emissioni odorigene e rumori moleste provenienti dalla discarica di Borgo Montello, riscontrate nelle abitazioni site in via Monfalcone. L’odore particolarmente fastidioso, come sempre si propaga all’interno delle abitazioni pur con porte e finestre chiuse. Continuano i rumori provenienti dall’interno della discarica, in particolare nelle ore notturne, forse perché di giorno si confondono con altri rumori, probabilmente provenienti dagli impianti in essere. Si rinnova pertanto richiesta di sopralluogo e verifica delle condizioni igieniche, ambientale e salute pubblica per emissioni odorigene moleste dalla discarica di Borgo Montello e polveri, si chiede di conoscere la causa e i probabili danni alle persone e alla colture circostanti. Si chiede inoltre di verificare se i rumori siano in conformità alle autorizzazioni e alle prescrizioni. Si rinnova la richiesta di avere la documentazione delle procedure di Via delle discariche di Borgo Montello che da mesi rimane senza risposta alcuna dall’Ufficio Via della Regione Lazio, per gli impianti Indeco ed Ecombiente in fase istruttoria presso la Regione Lazio, per i nuovi volumi e impianti presso la discarica di Borgo Montello. Anche oggi quindi, come segnalato da mesi, si riscontra: 1) emissioni odorigine particolarmente moleste ed emissioni di polveri volatilli dalla discarica di Borgo Montello; 2) nessuna risposta e/o informazione rispetto alle precedenti segnalazioni compresi i rumori. Si rinnova la richiesta che tali informazioni vengano inserite nei fascicoli di Via per gli impianti Indeco ed Ecombiente in fase istruttoria presso la Regione Lazio, per i nuovi volumi e impianti presso la discarica di Borgo Montello. Si chiede di conoscere la causa e i probabili danni alle persone e alla colture circostanti, nonché le analisi e le verifiche effettuate. L’evidente privazione della qualità della vita, dell’uso della proprietà privata e della dignità umana continua senza soste a causa di quelle che secondo ArpaLazio e Asl di Latina sono le autorizzazioni illegittime senza rispetto delle distanze di legge e delle prescrizioni. Si informa che, qualora perdurasse il mancato intervento potrebbero peggiorare le gravi condizioni di salute delle persone che vivono a ridosso della discarica tale atteggiamento omissivo delle Istituzioni equivarrebbe ad abbandono di persone in stato di necessità”.
Ci auguriamo che alla denuncia odierna, l’ennesima, partita da via Monfalcone seguano verifiche e risposte trasparenti e interventi concreti risolutivi dei disagi lamentati che riguardano l’ambiente, la salute e la vivibilità di via Monfalcone e del territorio circostante.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti