Latina, in pole per la dirigenza del servizio Ambiente il geologo Cappucci. Un esperto già noto in Comune

250
Sergio Cappucci al centro del tavolo. L'esperto invitato a partecipare al vertice dello scorso febbraio sull'erosione della costa

Ha sbaragliato la concorrenza restando l’unico in corsa per la posizione dirigenziale del Servizio Ambiente, Igiene e Sanità del Comune di Latina. Si tratta del geologo Sergio Cappucci, convocato per martedì prossimo, 1 agosto 2017, alla prova conclusiva, ovvero il colloquio con il sindaco Damiano Coletta.

Il geologo partecipa alla procedura di selezione pubblica per l’assunzione a tempo pieno e determinato ai sensi dell’articolo 110, comma 1, del decreto legislativo 267/2000, che prevede un’assunzione legata alla durata della carica elettiva del primo cittadino.

Hanno risposto all’avviso per la copertura del posto in venti: una è domanda stata scartata poiché presentata fuori tempo, tre non sono state ammesse per mancanza di requisiti, sedici quelle ammesse, tra cui appunto quella di Cappucci.

Il geologo è stato l’unico, tra gli ammessi, ad essere giudicato idoneo al colloquio finale con il sindaco Damiano Coletta, coadiuvato dal direttore generale Rosa Iovinella e dal presidente dell’Organismo indipendente di valutazione, Pietro Paolo Mauro

Sergio Cappucci, ricercatore Enea, esperto di Sismica e Prevenzione dei rischi naturali, ha partecipato in qualità di relatore al convegno organizzato dall’amministrazione comunale di Latina il 24 novembre 2016 sui rischi naturali e antropici, una sorta di riflessione dopo i terribili eventi sismici del Centro Italia. Ha, inoltre preso parte, al tavolo tecnico sull’erosione della costa pontina convocato dal Comune di Latina, il 13 febbraio 2017, per verificare lo stato degli interventi di ripascimento effettuati negli anni passati e per fare il punto sulle emergenze attuali. In quest’ultima occasione Cappucci è stato presentato dal sindaco Coletta e dall’assessore all’Ambiente Roberto Lessio esperto in materia. Al tavolo avevano preso parte anche il Comune di Sabaudia, rappresentato dal commissario straordinario Antonio Luigi Quarto e dall’ingegnere Vincenzo D’Arcangelo, responsabile del settore tecnico, e di Terracina, rappresentato dall’assessore al demanio e attività produttive Gianni Percoco. Si spera pertanto che, qualora dovesse superare il colloquio con il sindaco, il geologo Cappucci possa contribuire alla migliore soluzione di risanamento della costa che proprio in questi giorni è stata richiesta nuovamente dagli operatori del settore balneare danneggiati anche dalle ultime mareggiate.

L’aspirante nuovo dirigente del Comune di Latina potrebbe interpretare al meglio le politiche dell’attuale maggioranza. Il suo nome, infatti, ricorre nella programmazione della rassegna Lievito entrata ormai nella recente tradizione del capoluogo pontino, espressione identitaria di Rinascita civile e quindi di Latina Bene Comune. L’abituale frequentazione del professionista, esperto di tematiche ambientali, potrebbe influire positivamente nella scelta finale del sindaco. In fondo quando c’è intesa bastano poche parole.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti