Ragazzo suicida in auto a Latina, Pontinia sconvolta per la morte di Vittorio Crociara

Vittorio Crociara

“Un ragazzo a modo e riservato, un volto pulito”. Così lo ricordano in tanti Vittorio Crociara, il 24enne di Pontinia trovato morto suicida nella tarda mattinata di oggi a Latina, all’interno della sua Punto Blu con la quale sabato sera si era allontanato da casa senza più farvi ritorno. Il suo cuore ha cessato di battere all’interno dell’abitacolo della vettura parcheggiata a piazza Moro. Si sarebbe sparato con la pistola del padre, rinvenuta dai carabinieri all’interno dell’auto sulla quale sono in corso rilievi scientifici. Saranno gli accertamenti medico legali a stabilire la dinamica della tragedia e a quando risalirebbe il decesso.

Incredulità e dolore a Pontinia per il suicidio del giovane, residente nella zona del Quartaccio, che da qualche tempo lavorava saltuariamente presso un distributore di benzina. “Un ragazzo d’oro, cresciuto in una famiglia perbene e purtroppo straziata da tragici lutti – ricorda un conoscente -, come quello di suo nonno, l’omonimo Vittorio Crociata, morto schiacciato da un trattore l’estate del 2016. Nel 2013 il figlio di quest’ultimo, Tiziano, zio del 24enne, era morto sempre a seguito di un incidente con il trattore. Non si sono parole da aggiungere”.

Vittorio era un ragazzo garbato e partecipava alle attività dell’associazione “Il Girasole di Pontinia” che lo scorso anno aveva dato vita alla lista elettorale per la candidatura a sindaco di Paolo Torelli: “Provo un immenso dolore per quest’assurda tragedia a cui non riesco a trovare un senso” ha detto commosso il consigliere comunale.

Vittorio, oltre alla madre e al padre, lascia la sorella, allieva presso la scuola aquilana della Guardia di Finanza.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti