Latina, incontro pubblico su trasparenza e legalità… anzi un esposto all’Anac su presunte omissioni

Il segretario generale del Comune Rosa Iovinella e il sindaco Damiano Coletta

A proposito di trasparenza e legalità.

L’amministrazione comunale di Latina, “archiviato” il caso dell’arresto di Gianfranco Buttarelli con la notizia delle sue dimissioni irrevocabili, ha confermato un evento già promosso nei giorni scorsi attraverso l’affissione di manifestini sul tema della trasparenza e della legalità condivisa. Si tratta di un incontro pubblico che avrà luogo domani, 12 dicembre 2017, alle 17 presso il circolo cittadino. “La normativa – fanno sapere dal Comune – prevede che ogni ente promuova e diffonda la cultura dell’integrità e della legalità attraverso le cosiddette ‘Giornate della Trasparenza’, ovvero un giorno dedicato da ogni pubblica amministrazione al tema appunto della trasparenza e legalità. L’Amministrazione guidata dal Sindaco Coletta punta a coinvolgere i cittadini in un confronto aperto, per informarli sul grado di trasparenza raggiunta e nel contempo raccogliere opinioni e proposte per il prossimo futuro. Il tutto, nell’ottica di una cultura amministrativa orientata all’accessibilità, all’integrità e alla legalità. L’incontro sarà occasione per parlare del Piano anticorruzione del Comune di Latina, delle novità introdotte dal decreto legislativo n.97/2016, il cosiddetto ‘decreto trasparenza’, della partecipazione dei Servizi alla redazione del documento. Dopo il saluto ai presenti e il discorso introduttivo del sindaco Damiano Coletta, interverranno per l’Amministrazione l’Assessora alla Trasparenza, Legalità e Sicurezza Maria Paola Briganti e la Segretaria generale nonché responsabile anticorruzione Rosa Iovinella”.

“I decreti sulla trasparenza – ha commentato l’ingegnere Massimo De Simone, noto a Latina per le sue battaglie, in primis contro il progetto della metro – prescrivono precisi obblighi che al Comune di Latina non vengono rispettati”. La bordata non è gratuita ma è accompagnata da un esposto/segnalazione che lui stesso ha inviato all’Anac. Di che si tratta?

“L’Amministrazione comunale in carica – spiega l’ingegnere – ha puntato già dalla campagna elettorale al rispetto della Trasparenza, promettendo una ‘casa di vetro’ e dotandosi poi di un assessorato specifico alla trasparenza e legalità, con esternazioni sul rispetto della legalità e sul contrasto alla corruzione anche in seguito all’insediamento”.

“Il Legislatore con il d.lsg. 33/2013 e poi con il d.ldg. 97/2016 – entra nel merito De Simone – ha normato dettagliatamente la materia della trasparenza demandando le Pubbliche Amministrazione a dei precisi obblighi di pubblicazione. In particolare l’art. 14 del decreto prescrive, per i soggetti titolari di incarichi politici o assimilabili, la pubblicazione di specifica documentazione. L’Amministrazione Comunale di Latina, al contrario, non risulta aver pubblicato sul proprio sito istituzionale la documentazione necessaria per nessun di essi (Sindaco, assessori, consiglieri): in particolare, tra le altre, manca lo stato patrimoniale, la variazione dello stesso e la dichiarazione dei redditi, da produrre e pubblicare annualmente. Pertanto, data la rilevanza dell’argomento, capace di contribuire anche al contrasto del fenomeno della corruzione nelle P.A., è stato inviato in data 10-12-2017 un esposto/segnalazione all’ANAC, l’Autorità di vigilanza competente in materia, con delle specifiche richieste finali”.

“Domani, peraltro, l’Amministrazione Coletta  – conclude l’ingegnere – terrà una conferenza sul tema della Trasparenza con riferimento anche ai decreti su citati che prescrivono dei precisi obblighi in capo a loro stessi e che invece non appaiono rispettati”.

 

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti