Fondi, bracconieri a caccia di folaghe per rifornire i ristoranti. Il blitz del Nipaf

Blitz del Nipaf all’alba di oggi lungo le sponde del lago di Fondi facente parte del parco regionale Monti Ausoni: i carabinieri forestali del Nucleo investigativo di Latina hanno sorpreso tre bracconieri mentre facevano incetta di folaghe destinate ai ristoranti della zona di Monte San Biagio.

I tre sono stati identificati, quali P.A. classe ’86, R.G. classe ’48, L.S.M. classe ’49, due di Monte San Biagio, già noti alle forze dell’ordine come i più grandi bracconieri della zona, e il terzo di Fondi, e denunciati a piede libero per bracconaggio nel Parco con arma modificata e utilizzo di barca a motore, vietata nell’area protetta.

Posti sotto sequestro 130 cartucce, il fucile e 12 folaghe abbattute. Il blitz di oggi è stato effettuato dopo giorni di appostamento da parte dei carabinieri forestali durante i quali i due bracconieri di Monte San Biagio avevano pianificato la pratica illegale della caccia alle folaghe nell’area protetta.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti