Regionali, a Roccagorga buona la prima di Amici. Folla di sostenitori per la sfida della sindaca multitask

Carla Amici PD Elezioni 2018

Un sindaco multitask a prova di Regione. Carla Amici, 56 anni, primo cittadino di Roccagorga, tenta la sfida per il Lazio con i colori del Partito democratico a sostegno della rielezione di Nicola Zingaretti. Le liste non sono ancora state presentate ufficialmente, ma lei si è messa già in cammino approfittando della benedizione dei suoi sostenitori.

“Questa candidatura non è quella di Carla Amici ma di una piccola comunità che mette a disposizione il proprio sindaco per tutto il territorio provinciale e regionale”.  E’ iniziato così il viaggio – destinazione Regione Lazio – del primo cittadino di Roccagorga, una donna multitask, come l’ha definita il suo collega di Maenza Claudio Sperduti pronto a sostenerla per il bene del comprensorio lepino, della pianura pontina e dell’intera regione.

A lanciare la candidatura di Carla Amici alla carica di consigliere regionale, per il collegio di Latina, in quota al Pd, sono stati ieri sera i suoi concittadini attraverso le parole di Gianluca Frateschi, del comitato elettorale di Roccagorga, di Gianfranco Loffarelli, docente e autore teatrale, della sindaca di Priverno Anna Maria Bilancia oltre che di Sperduti davanti a una platea affollata, amici, sostenitori e simpatizzanti assiepati nel teatro comunale. In prima fila il sottosegretario di Stato Sesa Amici, sorella del sindaco-candidato, e il professor Erasmo Spaziani, docente presso la facoltà di Medicina dell’università La Sapienza. In sala i ragazzi dem di diversi comuni della provincia pontina, da Nord a Sud fino a Minturno passando ovviamente per Sezze.

Una video-clip a ricordare Amici in famiglia e in Comune e cosa è stato realizzato in sette anni di amministrazione, una delle prime in Italia a credere nell’accoglienza con i suoi progetti Sprar, una delle prime in Italia in capacità di afferrare i fondi messi a disposizione dalla Regione e dallo Stato da investire in opere pubbliche e nei progetti sociali, culturali e destinati alle scuole. Ecco che allora il comitato promotore della candidatura di Carla Amici alla Regione Lazio non ha avuto dubbi nel sottolineare la competenza del sindaco, il suo impegno, la sua passione. Della serie Nicola Zingaretti ha governato bene, con Amici farà meglio, “perché questa è un’occasione per tutti noi”, hanno detto gli esponenti del Partito democratico.

Nel teatro comunale di Roccagorga, ieri sera un’aria di festa anticipata dalle note di Rino Gaetano con la mitica canzone “Ma il cielo è sempre più blu” e quando è stato il turno del sindaco a salire sul palco, Amici si è presentata con la mascotte di sempre, Mauro, il suo “vero” vicesindaco, un ragazzo diventato negli anni meno diverso. “Quando uno si candida gli chiedono di fare qualcosa, io dico invece cosa posso fare – ha esordito l’aspirante consigliera regionale del Lazio – e quali sono i miei obiettivi e tra questi c’è l’abbattimento della differenza tra i diversamente abili e i normodotati. Per i diritti, i diritti degli ultimi, non mi fermerò mai. E quando parlo di diritti parlo di uguaglianza, di diritto alla salute, diritto al lavoro che è sinonimo di libertà”.

“La Regione – ha concluso Carla Amici – ci ha dato tanto, ma la Regione deve anche imparare ad ascoltare i bisogni delle comunità, le necessità segnalate dai sindaci, perché se non ascolta le sue leggi non potranno mai trasformarsi in risposte concrete. Credo di poter essere in grado di rappresentare in Regione la voce dei Comuni del Lazio, oltre che dei Lepini e della provincia di Latina, da Aprilia a Minturno, perché in fondo i problemi accomunano piccole e grandi enti municipali”.

La prima tappa del viaggio elettorale di Amici si è conclusa con gli applausi del pubblico e l’inaugurazione della sede del comitato elettorale di Roccagorga.  A giorni il calendario degli appuntamenti della campagna elettorale.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

Celentano Fratelli d'Italia Elezioni 2018