Cisterna, il carabiniere che ha sparato alla moglie si è suicidato. Trovate morte anche le bambine

Tragedia senza fine a Cisterna. A comunicare la morte delle due bambine prese in ostaggio dal padre, dopo aver sparato alla loro madre, è stato il colonnello dei carabinieri Gabriele Vitagliano uscendo pochi minuti fa dalla palazzina del dramma all’interno del residence Collina dei pini. Il colonnello, comandante provinciale dell’Arma, ha riferito che un militare è riuscito ad entrare nell’appartamento dove ha trovato le due ragazzine di 8 e 13 anni prive di vita, probabilmente già da questa mattina dopo gli spari esplosi contro la loro madre Antonietta Gargiulo di 39 anni, nonché morto l’uomo, appuntato dei carabinieri, sparatosi poco prima dell’irruzione.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti