Latina e i nuovi scenari urbani di Coluzzi. Una tesi in Architettura sulle impronte di Cervellati

Matteo Coluzzi

L’immagine in basso ritrae la copertina della tesi di laurea di Matteo Coluzzi, conseguita pochi giorni fa presso l’università RomaTre in Architettura e progettazione urbana. La “notizia” è arrivata ieri a Latina nel corso dell’assise civica per l’approvazione del bilancio. Come mai? Intanto perché Matteo Coluzzi è consigliere comunale e poi perché il titolo è dedicato al capoluogo pontino: “Latina: strategie e nuovi scenari urbani per il nucleo di fondazione”. Ma c’è anche un terzo motivo, sottolineato dal consigliere leghista Matteo Adinolfi, che sta nel nome del correlatore della tesi: Pier Luigi Cervellati. All’esponente di destra, ex assessore al bilancio della giunta di Ajmone Finestra, non poteva sfuggire il dettaglio. E altro che dettaglio! Il professor Cervellati vale a Latina un pezzo di storia, la storia di un nuovo Piano regolatore generale adottato proprio durante l’era Finestra e mai approvato.

Per il neo laureato architetto lo strumento presenta “ancora oggi una contemporaneità tale da rendere lo studio dello stesso funzionale alla comprensione delle logiche urbane di Latina ed in particolar modo del centro storico”. Ed è proprio sul centro storico di fondazione di Littoria che si concentra la tesi di laurea di Coluzzi individuando nuovi scenari urbani. Siamo certi che il giovane consigliere non mancherà occasione di sfoderare il suo studio non appena si tornerà a discute di Ztl e della nuova pavimentazione del centro storico di Latina.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti