Latina, troppe assunzioni ad personam in Comune: Ugl invoca il bando pubblico

Il Comune di Latina

Troppe assunzioni ad personam presso il Comune di Latina. A tuonare contro la giunta Coletta, l’Ugl di Latina. Attraverso una nota stampa il sindacato di categoria prende posizione contro la poca trasparenza di un’amministrazione che pare aver assunto personale su base fiduciaria e senza indire bandi di concorso. L’assunzione del personale da parte dell’Amministrazione Comunale di Latina, secondo i segretari provinciali e il segretario regionale Armando Valiani evidenzierebbe opacità che unitamente alle rsu la sigla Ugl intende denunciare, dopo una lunga serie di determinazioni dirigenziali di assunzione di personale scorrendo graduatorie da Enti locali limitrofi, senza rispettare le procedure di legge, e andando a coprire posti cui ambisce il personale che da anni aspetta un giusto riconoscimento professionale per anni di lavoro e impegno profuso per l’amministrazione. “Le Pubbliche Amministrazioni al fine di valorizzare le professionalità interne – spiega Valiani – possono attivare, nei limiti delle vigenti facoltà assunzioni procedure selettive per la progressione tra le aree riservate al personale di ruolo fermo restando il possesso dei titoli di studio richiesti per l’accesso dall’esterno. I dipendenti non sono più disposti a tollerare favoritismi, interessi particolari o procedure costruite appositamente per qualcuno. Serve un concorso pubblico visto che l’Amministrazione si trova sottorganico di circa 500 dipendenti, numeri che non consentono alla macchina amministrativa di governare la Città Capoluogo”. In vista delle elezioni per il rinnovo delle RSU, che si terranno dal 17 al 19 aprile, Ugl ha deciso di non restare a guardare, prendendo le parti dei lavoratori.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti