Latina, categorie fragili private della piscina comunale. In Consiglio la mozione del Pd

Arriva all’attenzione del Consiglio comunale di Latina, indetto per il 17 aprile alle 9.30, una mozione a firma degli esponenti del Pd – Nicoletta Zuliani ed Enrico Forte – riguardante gli spazi acquei dell’impianto natatorio di via dei Mille riservati al Comune a tariffe agevolate per categorie fragili. Spazi che da due anni a questa parte sono rimasti inutilizzati con grave disservizio per gli aventi diritto favorendo al contempo un presunto maggior introito per il concessionario che, stando al calendario in essere, avrebbe ridotto lo spazio riservato al Comune, passando da 15 ore a settimana a sole 5, per la piscina coperta, aumentando la possibilità di applicare tariffe ordinarie al posto di quelle agevolate, corrispondenti alla metà delle prime.

Gli spazi riservati al Comune a tariffe agevolate sono contenute nella convenzione stipulata tra il Comune di Latina e la società sportiva dilettantistica “Nuoto 2000” in occasione dell’affidamento delle piscine comunali coperta e scoperta.

Su impulso degli assessorati allo Sport e ai Servizi Sociali fino al 2014 l’ente ha adottato l’iniziativa di far accedere alla piscina comunale, a tariffe agevolate, i minori di età compresa tra i 6 e i 14 anni appartenenti a famiglie che si trovassero in condizioni di disagio economico (assistite o meno dall’amministrazione comunale); nel 2015 l’attività è stata svolta rivolta ad atleti diversamente abili. Poi il buio più totale.

E’ con queste motivazioni che Zuliani e Forte chiedono al Consiglio comunale di impegnare sindaco e giunta ad avviare immediatamente l’iter per l’utilizzo dello spazio acqua riservato al Comune, a convocare le commissioni consiliari competenti per stabilire i criteri di scelta e le modalità di assegnazione di detti spazi acqua in tempi utili per usufruirne già da questa estate, a verificare in che misura il concessionario adempie agli obblighi contrattuali.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti