Latina, rapina ai danni di un negoziante: arrestati tre tunisini. L’operazione della Polizia

Celestino Frezza, dirigente della Squadra Volanti della Questura di Latina

Sono finiti in carcere con l’accusa di tentata rapina aggravate tre tunisini che ieri sera a Latina hanno aggredito Jabare Miah, titolare di un negozio di generi alimentari di via Emanuele Filiberto, e un amico indiano intervenuto per aiutarlo. Il pronto intervento di due pattuglie della Squadra Volanti, diretta da Celestino Frezza, ha assicurato alla giustizia i 24enni Haikel Yousfi e Zid Abdoulli e il 19enne Volri Modher, irregolari sul territorio nazionale, senza fissa dimora e già noti alle forze dell’ordine. I tre ora si trovano nel carcere di Latina, come disposto dal magistrato di turno.

L’allarme è scattato intorno alle 21 con la segnalazione al 113 di una colluttazione in corso all’interno del minimarket. Le volanti sono arrivate in un baleno visto che erano impegnate nei servizi di controllo della zona ad alto rischio delle autolinee e i tre sono stati subito arrestati.

La vittima ha riferito di essere stato colto di sorpresa dal gruppo mentre sistemava la merce sugli scaffali: uno lo avrebbe immobilizzato tenendogli le mani strette al collo, mentre l’altro gli frugava nelle tasche – rinvenendo l’incasso di 2.500 euro – e il terzo gli intimava di stare zitto. Per un attimo l’uomo si sarebbe riuscito a divincolare e corso all’esterno avrebbe chiesto aiuto ad un suo conoscente di passaggio che pure intervenuto sarebbe rimasto coinvolto nella colluttazione che sembrava non finire anche a danno del negoziante. Il titolare del negozio, del Bangladesh, e l’amico indiano, sono rimasti entrambi feriti, ma all’arrivo del personale del 118 allertato dalla Polizia hanno rifiutato il trasporto al pronto soccorso.

Le foto degli arrestati e a seguire la video intervista a Celestino Frezza, dirigente della Squadra Volanti di Latina.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti