Bassiano, due progetti di Servizio Civile suggellano il patto generazionale tra giovani e anziani

Dopo il “patto generazionale” tra anziani e bambini di Bassiano, con i nonni che, nel 2014, riuscirono a scongiurare la chiusura del plesso, iscrivendosi a scuola, due progetti di Servizio Civile Nazionale suggellano quel patto e quel contatto nel 2018: “Giovani e Nonni a Bassiano” e “Nonni d’Oro”. “Lo scopo – spiega l’assessore ai Servizi Sociali, Giovanna Coluzzi – è quello di offrire un servizio di riferimento per i nostri anziani e, al tempo stesso, dare la possibilità, ai nostri giovani, di rendersi davvero utili intraprendendo un vero e proprio percorso formativo”. I giovani che partecipano al Servizio Civile del Comune di Bassiano possono essere contattati attraverso i numeri del Comune. Gli anziani potranno richiedere l’ausilio dei ragazzi per essere accompagnati ad esempio dal medico di base, ritirare referti, acquistare farmaci, o più semplicemente aiutarli a fare la spesa. Ma la funzione di questa nuova progettualità è orientata soprattutto al supporto delle persone anziane nelle incombenze quotidiane ed al loro coinvolgimento sociale. C’è da rilevare come – secondo il progetto del Comune di Bassiano – anche le persone in difficoltà temporanea potranno richiedere l’ausilio dei nuovi “angeli della comunità” a testimonianza di quanto, secondo la visione dell’assessore Coluzzi, sia importante mantenere il legame intergenerazionale per l’integrità di una sana e consapevole crescita sociale degli individui. “ In questi cinque anni ho cercato  con tutte le mie forze di creare e potenziare ciò che era prerogativa dei “Servizi Sociali” affinché si potessero soddisfare al meglio i BISOGNI di ciascun cittadino, in particolare  di coloro i quali avessero maggiormente necessità. Tutto questo attraverso il Piano di Zona intercomunale e anche con le risorse del bilancio Comunale”. Spiega l’assessore Giovanna Coluzzi. “Con  poche risorse e senza gravare sui cittadini, abbiamo garantito un servizio di assistenza domiciliare anziani , la fruizione e il potenziamento del centro sociale anziani, come luogo di socializzazione ed inclusione, borse di lavoro assegno civico per i disoccupati  di lunga durata e molto siamo pronti a dare.”

LE VOSTRE OPINIONI

commenti