Latina, “80 voglia di ricordare” al liceo “Dante Alighieri. Ecco il progetto realizzato dai ragazzi

“80 voglia di ricordare: 1937-2017”. E’ questo il titolo del progetto realizzato nell’ambito dell’Alternanza scuola-lavoro dai ragazzi dell’associazione culturale D’@rte Alighieri, presieduta dal professor Francesco Gargiulo, per recuperare la memoria storica e documentale del liceo classico di Latina “Dante Alighieri”, in occasione del suo 80° anniversario. Un progetto giunto ormai a compimento e che è ora esposto presso l’istituto di viale Mazzini.

Oggi pomeriggio tre ragazzi, Agnese, Giacomo e Francesco, dei 19 partecipanti al progetto, hanno illustrato a un gruppo di giornalisti il lavoro svolto insieme ai tutor, interno ed esterno, Roberta Catonio e Chiara Bajo.

L’attività di ricerca si è sviluppata in più fasi: indagine e recupero di documentazione presso l’Archivio di Stato di Latina e la Casa dell’Architettura-Istituto di cultura urbana; campionatura di documenti dalle differenti sezioni dell’archivio scolastico (alunni, docenti, dirigenti, personale amministrativo); analisi dei fascicoli scelti e produzione di una scheda d’archivio, secondo criteri scientifici, per ricostruire la storia del liceo; realizzazione dei pannelli espositivi e allestimento della mostra. Durante le fasi laboratoriali una “squadra” di altri otto studenti ha realizzato video ed interviste.

La storia dell’istituto, racconta attraverso foto, schede, progetti architettonici, lettere, testimonianze scritte, visibili nell’esposizione, ebbe inizio nell’anno scolastico 1937/1938: nacque con il nome di Regio Liceo Ginnasio “XXVIII Ottobre” e fu ospitato inizialmente nell’edificio del Vittorio Veneto, per poi approdare in varie sedi, tra cui quella di Palazzo M, prima di tornare in viale Mazzini, proprio difronte al Vittorio Veneto dove fu pensato in concomitanza della sua istituzione. I ragazzi hanno esposto anche il suo progetto originario che prevedeva in un’ala del palazzo la biblioteca civica di Littoria. Nel progetto, hanno fatto notare oggi i ragazzi, ambienti separati per alunne e alunni, comprese le scale.

Il liceo di Latina, nei suoi 80 anni di vita, ha seguito cambi normativi e di riforma confermando sempre un livello di primissimo ordine. E’ stata la prima scuola superiore in provincia di Latina ad ottenere il riconoscimento di “Centro internazionale Cambridge”.

E così, tra una storia e l’altra, i ragazzi ci raccontano il primo giorno di scuola di Tommaso Capirci e della composizione del corpo docenti durante il fascismo. Sul pannello numero 10 uno dei pezzi più importanti della raccolta documentale: la dichiarazione di non appartenenza alla razza ebraica. Una dichiarazione che va oltre la compilazione del modulo dell’epoca in quanto aggiunge la seguente scritta: “Dichiara inoltre che nessuno della sua famiglia è di razza ebraica o professi religione ebraica, ma sono tutti cattolici apostolici romani.

Una storia quella del liceo classico di Latina che attraversa i decenni dentro e fuori l’istituto. Il progetto ha il pregio di fornire esso stesso un documento unico, frutto di una lunga e complessa ricerca di archivio per la memoria di fatti e persone.

La ricerca continua, lascia intendere il professor Gargiulo, alludendo alla volontà di recuperare altro materiale presumibilmente custodito all’interno della prima sede dell’istituto. L’istanza di autorizzazione è già agli atti.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti