Latina, Polizia amministrativa al collasso: carenza di personale e locali inadeguati. Appello al Questore

Appello al Questore di Latina affinché affronti in maniera concreta il problema ravvisato dal personale della Divisione della Polizia Amministrativa di Latina legato all’inadeguatezza dei locali di Palazzo M e alla condizione di sottorganico rispetto ai servizi da svolgere nel settore Passaporti e Porto d’Armi. “La Divisione della Polizia Amministrativa di Latina è al collasso”. Inizia con questo grido d’allarme il volantino che sarà distribuito domani mattina (18 maggio) davanti alla Questura di Latina a cura dei rappresentanti sindacali del Consap, Umberto Latini, e della Flp, Antonio Bottoni.

Latini e Bottoni segnalano un accumulando ritardi nei rilasci e nei rinnovi di passaporti e porti d’arma per “la notevole carenza di personale, che, peraltro, è costretto a lavorare in locali al limite della decenza e situati in uno stabile ritenuto non sicuro”.

Le organizzazioni sindacali Consap e Flp spiegano che su 10 dipendenti tra civili e poliziotti trasferiti e andati in pensione ne sono stati rimpiazzati soltanto quattro: “In nessun ufficio della Questura – commentano Latini e Bottoni – vi è stata una tale emorragia personale”.  In base a quanto riferito dalle due sigle sindacali “la Polizia amministrativa registra un’affluenza di pubblico che arriva fino a 100 presenze giornaliere” e “deve garantire l’apertura degli sportelli al pubblico 4 giorni lavorativi su 5, con orario dalle 8.30 alle 11.30 ma che non termina quasi mai alle 11.30, perché garantisce l’evasione delle istanze di coloro che sono entrati prima della chiusura”. “Il personale – aggiungono Latini e Bottoni -, pertanto, ha un pochissimo tempo per evadere le molte richieste, con conseguenti ripercussioni sui tempi di riconsegna, che diventeranno anche maggiori con l’avvicinarsi del periodo estivo, creando un ulteriore disservizio agli utenti e disagi ai dipendenti per lo scarso numero di personale, che ha persino difficoltà ad usufruire anche di un giorno di riposo”.
La Consap e la FLP affermano di non comprendere il motivo per cui il Questore non affronti in maniera concreta il problema: “La serenità e la pazienza del personale sono giunte al limite umanamente sopportabile, per uffici che svolgono compiti così delicati e con la comprensibile pressione dei cittadini interessati. La Consap e la Flp assicurano che non abbandoneranno i colleghi e denunceranno al Prefetto ed al Capo della Polizia il grave stato di disagio dei dipendenti sia Civili che di Polizia che lavorano presso gli uffici della Polizia Amministrativa della Questura di Latina. Per questo sollecitano la comprensione e la solidarietà dei cittadini e degli utenti”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti