Latina, biometano criogenico nella discarica di Borgo Montello: l’ultima frontiera “green” della Indeco

I motori

Novità a Latina sul pianeta della discarica di Borgo Montello: la società Indeco, titolare del sito destinato un tempo ad accogliere i rifiuti solidi urbani dei comuni della provincia di Latina, a due anni e mezzo dal sequestro dell’invaso S8, ha deciso di voltare pagina. Ottenuta l’autorizzazione per l’installazione di due motori per la produzione di bio-metano, ha ora deciso di lanciarsi in una nuova sfida, quella del gas criogenico.

La società del gruppo Green Holding, dopo aver presentato un progetto all’Unione europea, avrebbe ottenuto l’ok per installare un tessuto fotovoltaico (non pannelli) sugli argini della discarica, i cui bacini in chiusura definitiva, protetti da capping, vedrebbero la sovrapposizione di un telo in Hdpe, a protezione dell’azione solare. Il gas prodotto dalla discarica sarà quindi sottoposto a un processo di liquidazione. I motori esistenti per la produzione di bio metano e il loro sistema verranno tenuti di riserva all’impianto di criogenesi da realizzare. Il fatto innovativo è che la criogenesi può avvenire con qualunque composizione di gas. Inoltre, l’alta tecnologia viene assicurata con impiego di materiale di ultima generazione, ad esempio il grafene.

L’energia prodotta ha un costo di investimento molto elevato: 100 kw prodotti necessitano di un investimento di 270mila euro che con danaro a costo zero ha un rientro a 20 anni, considerando che il prezzo di un kw è di 140 centesimi. Che storia è questa?

“L’intervento – assicura Indeco – è di protezione ambientale, le emissioni in atmosfera si riducono a zero e l’energia necessaria per il sistema verrà prelevata dall’energia prodotta dal fotovoltaico”. La società illustrerà a breve il progetto innovativo alla stampa e alle istituzioni con la presenza di illustri accademici.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti