Latina, in commissione Cultura consensi unanimi per la prima consulta della scuola. Un minuto di silenzio per Desirée

Gianmarco Proietti

“Quando tanti, forse troppi, parlano, urlano, sentenziano e anche condannano senza alcun titolo, la buona politica dà una testimonianza seria se riesce a fare silenzio. Silenzio di fronte al dolore, silenzio di fronte alla violenza più profonda che una donna può subire: il minuto di silenzio che oggi abbiamo dedicato a Desirée è stata la risposta più eloquente che potevamo dare a una famiglia e a una ragazza che avrebbe frequentato le nostre scuole”. Così oggi l’assessore di Latina Gianmarco Proietti in apertura della commissione Cultura che ha voluto rispettare ad inizio lavori un minuto di silenzio per Desirée, la 16enne di Cisterna di Latina trovata morta la scorsa settimana a Roma. Un delitto atroce per il quale sono stati assicurati alla giustizia quattro presunti responsabili di omicidio, stupro e cessione di droga.

I consiglieri commissari hanno poi mostrato unanime consenso per l’indirizzo politico proposto dall’Assessore Proietti di istituire la prima consulta scolastica della città, in cui saranno coinvolte le forze politiche, le intelligenze, il personale educativo e dirigente delle scuole della città.  In merito, i prossimi passi saranno l’approvazione del relativo regolamento da parte della Commissione e il successivo esame e voto del Consiglio Comunale. Particolarmente soddisfatto l’Assessore al Bilancio e alla Pubblica Istruzione: “Insieme è stata la parola chiave della proposta elaborata oggi e lo sarà in futuro per il lavoro della consulta. Per la scuola dovremmo avere lo stesso rispetto che abbiamo per la Costituzione italiana, perché lavorare per la scuola è lavorare per la costruzione reale della città quotidianamente e per il futuro”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti