Latina, maxi sequestro di droga e denaro. In carcere due uomini accusati di spaccio e furti. Video e foto

La Squadra Mobile di Latina, guidata dal vice questore Carmine Mosca, ha messo a segno una brillante operazione che ha portato all’arresto di Benedetto Magnesa, 53enne originario di Crotone, e Dmytro Novysily, 24enne ucraino, entrambi residenti nel capoluogo pontino, accusati di furti in danno ad esercizi commerciali e in particolare tabacchi e spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso delle perquisizioni operate nei locali a disposizione dei due indagati, cinque appartamenti presi in affitto da una donna e una baraccopoli nella zona di Campo Boario sono stati rinvenuti e posti sotto sequestro 10 chili di marijuana e 100 grammi tra eroina e cocaina, bilancini di precisione, migliaia di schede del “Gratta e Vinci” già grattate, 20 mila euro in contanti e un divaricatore pneumatico in grado di aprire qualsiasi infisso blindato, serrande e slot. Tutto il materiale relativo all’attività di spaccio è stata rinvenuta in un’abitazione di Borgo Bainsizza, dove è stato trovata anche un’agenda sulla quale venivano annotate le partite di droga con tanto di importo, mentre in un appartamento di Borgo Faiti sono stati trovati gli attrezzi da scasso, il denaro contante e le schede del “Gratta e vinci”. La maggior parte del quantitativo di droga sequestrato è costituito da fiori essiccati della canapa indiana, la componente più nobile della marijuana.

L’operazione è stata eseguita dalla IV sezione della Squadra Mobile, in collaborazione con le altre sezioni, la Scientifica e il gruppo cinofilo di Nettuno. Gli arrestati si trovano ora nel carcere di Latina.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti