Terracina, rinvenuti proiettili e maschere per le rapine nei pressi dell’ospedale. Il blitz dei carabinieri

Armi, proiettili, esplosivi e maschere per le rapine: sequestrata a Terracina una vera e propria santabarbara. Il materiale è stato rinvenuto dai carabinieri del Norm nel piazzale antistante l’ospedale “Alfredo Fiorini”. L’operazione dei militari è avvenuta nel corso dei servizi di controllo del territorio per un “Natale tranquillo”. I dettagli saranno forniti nel corso di una conferenza stampa indetta presso il comando provinciale di Latina che avrà luogo nella tarda mattinata di oggi.

Gli uomini dell’Arma sono stati allertati della presenza di alcuni borsoni nella vegetazione alta nei pressi del parcheggio del nosocomio, rinvenendo un arsenale costituto da un fucile a pompa, una pistola mitragliatrice, due fucili semiautomatici, 3 pistole semiautomatiche, un revolver, una bomba artigianale e due artifizi pirici, nonché passamontagna e un lampeggiante artigianale.

Già da tempo i carabinieri della Compagnia di Terracina erano a conoscenza dell’esistenza di alcune bande dedite a furti e rapine che avevano nella loro disponibilità armi e munizioni che sicuramente non avrebbero avuto remore ad utilizzare in prossimità delle festività natalizie nel sud pontino, a Latina e nei dintorni del capoluogo. Infatti, negli ultimi tempi sono state poste in essere diverse perquisizioni mirate e molto probabilmente i malfattori, sentendo il fiato dei militari sul collo, hanno deciso di sbarazzarsi di tutto il materiale.

I militari dell’Arma continueranno ad intensificare i controlli soprattutto in vista delle prossime festività per prevenire e reprimere reati predatori.

Qui l’aggiornamento

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti